Guardialfiera, aperte le iscrizioni alla II edizione del Festival Musica Live Giampiero Paviolo

Giampiero Paviolo
Giampiero Paviolo

La Pro Loco di Guardialfiera ha indetto II Edizione del Festival Musica Live in Memoria di Giampiero Paviolo ed invita tutti i Gruppi Musicali del Molise a segnalare la propria disponibilità alla esibizione fissata a Guardialfiera per la serata di martedì 12 agosto 2014.

I brani della performance, liberamente scelti dai vari gruppi, saranno valutati nel corso dello spettacolo, da una commissione di critici ed esperti di verificata eccellenza. Come per lo scorso anno, il trofeo esclusivo “Paviolo” andrà alla band prima classificata, cui sarà accordata, inoltre, la facoltà di incidere su un CD il proprio repertorio artistico. Collaborano all’iniziativa con la Pro Loco, il quotidiano “La Stampa”, il Comune di Guardialfiera ed il Centro Studi Molise 2000.

La richiesta di partecipazione, assolutamente gratuita, va inviata per email all’indirizzo [email protected]  entro il 20 luglio prossimo. Presente, fra personalità di cultura e spettacolo, Paolo Festuccia, in rappresentanza del quotidiano torinese.

[divider]

Chi era Giampiero Paviolo

Giornalista di razza, giocatore di carte, cantante, raccoglitore di figurine, gran tifoso del Torino, impagabile umorista, Giampiero Paviolo è fulminato in piazza a Guardialfiera da un infarto cardiaco, la notte del 12 agosto 2012. Discende appena dal palco della “Corrida” sul quale, tinto di nero al volto, assieme ad Aurora, si cimenta con l’amabile canzone “Un corpo e un’anima”, insistendo col ritornello, tristemente bugiardo, “…e non ci lasceremo mai”. Senonché stramazza in uno schianto, dieci minuti dopo su una panchina, tra il pubblico incredulo, sbigottito.

Da un decennio s’era integrato a Guardialfiera e divenuto segno trasparente ed attraente di trascinamento e di amicizia. Ed un giorno ha voluto così adornato questo luogo sulla carta stampata: “Guardialfiera, un paese di dettagli colorati, di gerani che incendiano davanzali e balconi, di portali artistici, di una brezza odorosa e di un silenzio traforato di luce”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: