Green and Energy Innovation, Confprofessioni Molise chiede maggiore apertura

Anche Confprofessioni Molise ha preso parte al recente incontro che si è tenuto, sia in presenza che da remoto, a palazzo Vitale a Campobasso, per illustrare i contenuti e le finalità della Scheda “Green and Energy Innovation”, intervento che rientra nell’ambito delle azioni programmate a livello regionale per rilanciare la “Competitività del sistema produttivo” (Asse III Programma Operativo Complementare – POC Molise 2014-2020) e per il quale è contemplato apposito Avviso pubblico.

L’obiettivo è quello di superare la crisi economica ed energetica in atto a livello internazionale attraverso il sostegno al sistema produttivo regionale per migliorare le attività attraverso investimenti “green” ad alta intensità di innovazione, basati sull’efficientamento energetico e sull’utilizzo di fonti energetiche rinnovabili, in coerenza con la Strategia europea che prevede il raggiungimento della Carbon Neutrality al 2050. Nell’occasione, previsti pure supporti tecnologici sempre per superare la crisi energetica. A disposizione 4 milioni di euro, una dotazione finanziaria che potrebbe essere incrementata dalla Regione Molise.

Tuttavia, per Confprofessione Molise, sarebbe opportuno che anche i liberi professionisti, così come le piccole e medie imprese, siano destinatari di risorse per poter competere in una dimensione europea. Per il presidente della Confederazione, Riccardo Ricciardi “l’Avviso dovrebbe riguardare, in modo esplicito, anche la categoria dei liberi professionisti. Dovrebbe quindi essere eliminato il requisito dell’iscrizione al registro imprese che può appunto riguardare solo le PMI”. Questione portata sul tavolo dal segretario di Confprofessioni Molise, Antonio Pietrarca, che ha partecipato al confronto.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: