Trentennale della Figc Molise, Toma annuncia: «Nuova misura per le infrastrutture»

Premio al Termoli

«Siamo da sempre vicini allo sport. La Regione Molise sta varando una nuova importante misura nell’ambito della programmazione del Fondo Sviluppo e Coesione, che riguarda l’impiantistica sportiva. Con la Giunta abbiamo recepito le istanze di alcuni sindaci e anche del Presidente del Comitato regionale Figc Piero Di Cristinzi». Lo ha detto ieri sera il Presidente Donato Toma, ospite dell’evento organizzato per festeggiare i 30 anni di autonomia del calcio regionale e i suoi protagonisti di ieri e di oggi.

Nel corso della serata, che ha visto partecipare anche i Presidenti nazionali della Federcalcio, Gabriele Gravina e della Lega Dilettanti Giancarlo Abete, la Regione Molise è stata citata più volte come esempio di sensibilità e buona programmazione sul piano sportivo, soprattutto in virtù del bando da due milioni di euro, in attuazione di una deliberazione della Giunta regionale, finalizzato a sostenere la ripartenza delle attività sportive sul territorio regionale, con particolare riferimento alla ripresa della pratica sportiva e delle iniziative sportive rivolte anche a persone diversamente abili, nonché alla riapertura degli impianti sportivi (pubblici e/o privati) e degli spazi dedicati all’attività sportiva e motorio ricreativa. “Si tratta di contributi importanti, fino a un massimo di 10mila euro per gli sport di squadra (e di 5mila euro per quelli individuali, ndr) che hanno permesso il ristoro di centinaia di associazioni e società sportive dilettantistiche in un momento difficile” ha detto il Presidente Di Cristinzi. “In Lombardia misure molto ma molto inferiori, questo denota lo sforzo fatto dalla Regione Molise” gli ha fatto eco Carlo Tavecchio, oggi Presidente del Comitato regionale Lombardia dei Dilettanti.

Premio all’Isernia

Durante la serata, alla quale ha partecipato anche l’altro storico ex Presidente della Federcalcio Antonio Matarrese, sono state premiate tutte le componenti (dirigenti, allenatori e arbitri) del settore. «Sono loro il vero motore del movimento calcistico regionale – ha detto Toma – Ma questa serata è importante soprattutto per il trentennale: quando si raggiunge un traguardo simile è doveroso tributare il giusto riconoscimento a chi, di questa autonomia, è stato il vero artefice, vale a dire il Presidente Di Cristinzi e il gruppo consolidato di consiglieri e operatori che hanno messo passione e professionalità al servizio dello sport molisano, costruendo un mattoncino alla volta un impianto organizzativo solidissimo».

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: