Pubblicato il bando per il dragaggio del porto di Termoli, Nagni: “Risultato programmato ad inizio legislatura”

L'assessore Nagni
L’assessore Nagni

E’ stato pubblicato stamane il bando pubblico per le attività annesse al dragaggio del porto di Termoli. L’importo complessivo dell’appalto ammonta a 2.687.008,25 euro e gli operatori interessati potranno prendere visione del progetto preliminare a base di gara di appalto, del capitolato speciale prestazionale e dello schema di contratto sul il sito della Regione Molise www.regione.molise.it, area tematica Centrale Unica di Committenza, oppure presso la sede della Regione Molise, Direzione Area IV, Servizio Difesa del Suolo, Opere Idrauliche e Marittime.

Soddisfazione è espressa dall’Assessore regionale alle Infrastrutture Pierpaolo Nagni il quale ha dichiarato che: “Con la pubblicazione del bando per avviare i lavori di manutenzione e miglioramento dei fondali del porto termolese, portiamo a casa un importante risultato, restando all’interno del crono programma che ci eravamo prefissati appena ci insediammo al Governo della Regione. Ad inizio legislatura, difatti, ci siamo attivati per avviare tutte le procedure ed i controlli necessari e propedeutici all’esecuzione dei lavori. Una volta in possesso di tali fondamentali informazioni, abbiamo immediatamente avviato le pratiche per la pubblicazione del bando, che comunque era pronto già da qualche tempo. Attraverso i lavori che si andranno a realizzare, prosegue l’Assessore, sarà eliminato l’accumulo di sabbia che rende complicate le operazioni di ingresso ed uscita dal Porto per le barche di dimensioni importanti e che comunque arreca disturbo a tutti gli armatori che utilizzano quotidianamente l’infrastruttura. Un problema, questo, che da oltre dieci anni gli operatori e gli armatori giustamente sollecitano alla Regione, ma che questa volta pare avviarsi a risoluzione”.

Anche il Comandante del Compartimento Marittimo di Termoli, Antonio Nasti, da sempre attento e protagonista nei processi di risoluzione del problema ha voluto sottolineare che “oggi giungiamo al termine di un percorso avviato nel lontano 3 ottobre 2013, che ci ha visti sin da subito condividere, seppur con ruoli diversi, un obiettivo comune che giungesse ad una soluzione alla questione. Desidero ringraziare innanzitutto la Regione Molise e l’Assessore competente Pierpaolo Nagni che nella circostanza ha mostrato spiccata azione amministrativa nell’attuare le varie procedure necessarie per avviare i lavori di dragaggio del Porto. Così come bisogna tener presente del lavoro di squadra svolto insieme agli altri attori protagonisti come il Comune di Termoli, attento e disponibile, affinché si giungesse alla soluzione di un problema così annoso. Desidero inoltre sottolineare anche la fortuna di poter lavorare con una Marineria attenta come quella di Termoli, prosegue il Comandante, che nonostante le difficoltà incontrate, ha sempre dimostrato capacità di confronto, grande disponibilità e volontà nel collaborare”.

“Grazie al lavoro sinergico che ci ha visti lavorare fianco a fianco con la Capitaneria di Porto, diretta dal Capitano Antonio Nasti, il Comune di Termoli e le istituzioni locali coinvolte a vario titolo, conclude Nagni, puntiamo a rendere nel breve tempo più funzionale ed efficiente il porto di Termoli che attraverso questi interventi sicuramente migliorerà in termini di funzionalità e darà sollievo all’intero comparto marittimo, con le ovvie ricadute sul settore economico e turistico”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: