Lutto Cosco, il cordoglio di Frattura e De Matteis

Rosario De Matteis – “Ho conosciuto Vincenzo come allenatore e ne avevo avuto una ottima impressione anche come giocatore. La sua malattia aveva gettato tutti nello sconforto e la sua morte inaspettata addolora non solo gli addetti ai lavori, ma una intera comunità che aveva visto in lui, uno sportivo di spessore, che ha rappresentato a buoni livelli il Molise. Un calciatore umile, grintoso, un mister che avrebbe potuto dare tantissimo e che avrebbe potuto regalarci soddisfazioni maggiori anche come calciatore, ma evidentemente un destino atroce ha imposto a Vincenzo una sorte diversa. Da presidente della Provincia, da ex calciatore – commenta De Matteis – e da uomo di sport, un abbraccio fraterno alla famiglia Cosco.  Il Molise perde un bravo allenatore, ma non è una frase di circostanza, essendo Cosco un professionista apprezzato ovunque, non solo nel campo e negli spogliatoi, ma anche sugli spalti. Così il Molise perde anche un giovane che ha dato tutto al calcio e che ha preso poco rispetto all’amore profuso per il pallone”.

Paolo di Laura Frattura – “La prematura scomparsa di Vincenzo Cosco, simbolo dello sport molisano e stimato allenatore di calcio in Italia e all’estero, ci riporta alla commozione che tutti abbiamo provato di fronte al coraggio, alla forza e alla dignità mostrati nell’affrontare una terribile malattia. La sua lettera pubblica con la quale, soltanto pochi mesi fa, aveva reso tutti, la sua squadra, i suoi tifosi, i suoi amici, partecipi del terribile momento che stava affrontando, un ricordo emozionante che difficilmente dimenticheremo proprio per la voglia di vivere che ci ha trasmesso. Esempio straordinario, anche allora, dei più alti valori che allo sport si accompagnano: andare avanti nella sfida con la voglia di farcela. Ci stringiamo al dolore della comunità di Santa Croce di Magliano, dove Vincenzo Cosco era nato.  Alla moglie, ai figli e a tutta la famiglia Cosco le più sentite condoglianze”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: