Lupi inguardabili, con la Vibonese fanalino di coda arriva la settima sconfitta stagionale

VIBONESE-CAMPOBASSO 2-0

Reti: 88′ Ciotti, 94′ Ngom.

Vibonese (3-5-2): Marson; Polidori, Risaliti, Mahrous; Senesi (67′ Ciotti), Basso (77′ Ngom), Cattaneo, Bellini (87′ Tamburello), Grillo (87′ Mauceri); Golfo, Sorrentino (77′ Persano). A disp.: Mengoni, Alvaro, La Ragione, Cigagna, Fomov. All. Gaetano D’Agostino.

Campobasso (4-3-3): Raccichini; Fabriani, Sbardella, Magri, Vanzan (92′ Pace); Candellori (57′ Tenkorang), Bontà, Persia (92′ Vitali); Liguori (92′ Parigi), Rossetti, De Biase (57′ Emmausso). A disp.: Zamarion, Coco, Nacci, Ladu, Martino, Giunta. All. Mirko Cudini.

Arbitro: Sig. Francesco Carrione di Castellamare di Stabia. Assistenti: Pellino di Frattamaggiore e Lalomia di Agrigento. IV ufficiale: Striamo di Salerno.

Note: ammoniti Sbardella, Polidori, Basso, Mahrous, Ciotti, Raccichini.. Recupero: 1’pt+4’st. Calci d’angolo: 2-3. Spettatori 300 circa con rappresentanza ospite di circa 50 unità. Giornata mite.

7′ – Golfo lanciato a rete in area calcia ma Raccichini si fa trovare pronto.

16′ – Gran tiro di capitan Bontà quasi dalla linea di fondo, respinta in angolo da Marson.

20′ – Calcio d’angolo per la Vibonese e Risaliti, tutto solo, stoppa e tira dall’area piccola ma Raccichini è super. Poi la difesa spazza.

28′ – Gran botta di Golfo, tra i più attivi dei suoi, e palla che finisce alta sulla traversa.

42′ – Liguori fa tutto da solo, si libera dell’avversario e scaglia un sinistro dal limite dell’area che finisce di poco fuori.

54′ – Cross dalla sinistra e colpo di testa di Bellini di poco fuori.

57′ – Doppia sostituzione per i Lupi: escono Candellori e De Biase per Tenkorang e Emmausso.

65′ – Cross in area e ancora Bellini che però colpisce alto sopra la traversa.

67′ – Sostituzione per la Vibonese: esce Senesi ed entra Ciotti.

69′ – Rossetti fa tutto bene dribblando due avversari ma il tiro non è altrettanto efficace.

72′ – Occasionissima per il Campobasso: contropiede fulmineo e Emmausso lanciato a rete tutto solo davanti al portiere non riesce a colpire la palla e a scavalcarlo.

77′ – Sostituzione per la Vibonese: escono Basso e Sorrentino in luogo di Ngom e Persano.

80′ – Ottima azione di Tenkorang che scarica per Rossetti che in area spara un destro che finisce di poco alto.

87′ – Sostituzione per la Vibonese: escono Bellini e Grillo per Tamburello e Mauceri.

88′ – GOOOL DELLA VIBONESE – Dopo una mischia in area Magri spazza di testa, la palla finisce sul piede del neoentrato Ciotti che spara un destro da fuori area trovando l’angolino basso alla destra dell’incolpevole Raccichini: 1-0.

92′ – Triplice cambio per il Campobasso: entrano Pace, Parigi e Vitali in luogo di Vanzan, Liguori e Persia ma forse è troppo tardi.

94′ – GOOOL DELLA VIBONESE – Arriva finanche il raddoppio per i padroni di casa che trovano Ngom che entrato in area dalla sinistra infila Raccichini per il definitivo 2-0.

Chi pensava di aver visto il peggior Campobasso nel 4-1 di Latina non avrebbe mai immaginato di bissare quella pessima prestazione anche contro il fanalino di coda Vibonese. In terra calabra gli uomini di Cudini hanno lasciato tre punti pesantissimi, frutto di una gara mai giocata, o meglio, giocata malissimo. Sorpresa tra gli undici scesi in campo con Pablo Vitali questa volta sostituito dal giovane De Biase a fare reparto con Rossetti e Liguori. In difesa ancora assenti Magri e Dalmazzi, Sbardella e Magri a formare la coppia di centrali con Fabriani a destra e Vanzan ancora una volta preferito a Pace. A centrocampo confermato Persia in luogo di Ladu e rientro in campo per Kevin Candellori al fianco di capitan Bontà. Colpisce ai più la panchina per Tenkorang (il più in forma dei Lupi in questo particolare momento), Ladu e dello stesso Vitali. Ma al di là delle scelte del mister, sicuramente motivate, e delle assenze pesanti, ciò che ha colpito è soprattutto la difficoltà di alcuni elementi nel compiere anche i fondamentali del gioco del calcio. Riportare alla vittoria l’ultima in classifica dopo tre mesi (sono due quelle totali per i calabresi) e subire 32 reti in 17 gare può significare qualcosa di molto pericoloso che i tifosi rossoblù non vogliono neanche immaginare. Catanzaro, Potenza ed Avellino gli ultimi tre incontri del 2021 prima di cominciare l’anno nuovo con il Taranto a Selvapiana. Un quartetto niente male da dover affrontare per cercare di ottenere più punti possibile ed allontanarsi dalla zona playout. Ma continuando di questo passo c’è poco da sperare…

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: