L’Alpo Basket delle ex Marangoni e Mancinelli per la Magnolia in finale nel trofeo “Campobasso per lo Sport”

LA MOLISANA MAGNOLIA CAMPOBASSO-BLUE LIZARD CAPRI 66-52

(18-18, 39-25; 54-41)

Magnolia CB: Trimboli 4, Šrot, Del Sole, Egwoh 2, Amatori 2, Quiñonez 3, Togliani 7, Chagas 9, Parks 24, Del Bosco 3, Nicolodi 12, Premasunac. All.: Sabatelli.

Capri: Rios 17, Bovenzi 2, Porcu, Panteva 4, Boccalato, Maggi 5, Martines 3, Manfrè 11, Dacic 10. Ne: Prete e Moretti. All.: Falbo.

Arbitri: Palazzo e Guarino (Campobasso).

Centra la finalissima nella quinta edizione del torneo “Campobasso per lo sport” La Molisana Magnolia Campobasso. All’Arena le rossoblù riescono ad avere la meglio su Capri grazie ad un secondo quarto da EuroCup in cui mettono a segno 21 punti, concedendone appena 7 alle proprie avversarie. Con Parks mattatrice a quota 24 punti ed anche Nicolodi in doppia cifra a fronte di Amatori e Preamsunac risparmiate in corso di contesa a livello precauzionale, il tecnico rossoblu dà spazio ad un po’ tutte le proprie rotazioni, regalando ampio minutaggio a quante sinora erano state meno impegnate.

Lo snodo della contesa è all’insegna di un primo periodo equilibrato, poi c’è la fuga delle rossoblù che mantengono l’inerzia della contesa anche dopo l’intervallo lungo e vanno a prendersi il referto rosa con un vantaggio in doppia cifra, centrando così la finalissima di domani sera alle ore 19.30. Per coach Mimmo Sabatelli, così, l’analisi a referto chiuso è l’esemplificazione di un match in cui «abbiamo fatto buone cose alternate a qualche errore che ci può stare in questa fase di stagione, soprattutto perché, dopo una partita come quella di giovedì, qualche calo è preventivabile. Fa parte del processo di crescita e del lavoro da compiere per riuscire ad avere la giusta mentalità: quella cioè di dare il massimo contro ogni antagonista».

L’ultimo sabato di settembre, peraltro,  è stato anche all’insegna di un nuovo premio ricevuto nella “Giornata dello sport della Regione Molise”. Sul palco dell’auditorium di Isernia, a ritirare il riconoscimento il coach Mimmo Sabatelli e la stellina quindicenne Blanca Quiñonez, che ha ricevuto apertamente i complimenti sul palco da parte del presidente del consiglio regionale Salvatore Micone, presente giovedì in tribuna, assieme a tante altre autorità, ad assistere al primo storico match in EuroCup delle rossoblù contro l’Ensino Lugo.

Da parte sua coach Mimmo Sabatelli, prima di ricevere il riconoscimento, ha sottolineato «l’orgoglio di rappresentare il territorio e di quanto la regione si stia facendo conoscere in giro per l’Italia» grazie anche al lavoro del team e alle sue presenze in piazze con tanta storia nella disciplina, sia sul versante in rosa che a livello più generale, come Bologna, Venezia o Schio.

L’incontro delle 19.30, invece, ha visto il ritorno a Campobasso sul parquet di tante battaglie Sofia Marangoni ed Elisa Mancinelli, protagoniste storiche di uno scorcio importantissimo della pur breve vita della Magnolia. Le due ex sono scese in campo nell’altra semifinale, quella tra la loro Alpo e il Minibasket Battipaglia. Ovazione all’ingresso e tante lacrime sia tra i tifosi storici che sui volti delle giocatrici per un passato che non si può dimenticare facilmente, condito da campionati di A2 di altissimo livello e sofferenze per una stagione, quella trascorsa in piena pandemia, dove proprio il contatto con i tifosi “unici” campobassani è mancato quasi del tutto.

Ironia della sorte, va proprio all’Alpo la seconda semifinale del torneo. Così come i #fioridacciaio, anche le venete risolvono la pratica nel secondo quarto con un parziale di 19-8 con cui distanziano le campane.
Questa sera, dunque, alle 19.30, le venete se la vedranno con le padrone di casa, mentre alle 17.30 sarà derby campano tra Capri e Battipaglia per il terzo posto.

ALPO BASKET-MINIBASKET BATTIPAGLIA 65-52

(15-7, 34-15; 47-34)

Alpo: Marangoni 3, Packovski 16, Rosignoli 3, Soglia 8, Diene 4, Bertoldi 2, Vitari 15, Mancinelli 6, Franco 4, Franchini 4. Ne: Pachera. All.: Soave.

Battipaglia: Chiovato, Chiapperino, Seka 5, Feoli, Montiani, Potolicchio 19, Milani 12, Catarozzo 4, Dione 4, De Feo 2, Susca 2, Santoli. All.: Maslarinos.

Arbitri: Correale (Avellino) e Manganiello (Benevento).

Note: uscita per cinque falli Dione (Battipaglia).

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: