Il Campobasso fa quel che può, la corazzata Bari di Antenucci passa a Selvapiana davanti a 5mila spettatori (GALLERY)

CAMPOBASSO-BARI 1-3

Reti: 4′ Terranova, 42′ Rossetti (rig), 55′ Antenucci, 78′ Cheddira.

Campobasso (4-3-3): Raccichini 7; Fabriani 5, Menna 5,5 Dalmazzi 6 (85’ magri sv) Pace 6 (71’ Vanzan 6); Tenkorang 6,5 (71’ Giunta 6), Bontà 6,5, Candellori 6; Vitali 6 (61’ Parigi 5), Rossetti 6,5, Di Francesco 6 (61’ Liguori 6). A disp: Zamarion, Coco, Sbardella, Vanzan, Nacci, Emmausso, Martino, De Biase. All. Cudini.

Bari (4-3-1-2): Frattali 6; Belli 6,5, Terranova 6,5, Gigliotti 6, Mazzotta 7; Mallamo 6,5, Maita 7 (87′ Lollo sv), D’Errico 7 (70′ Bianco 6); Botta 6,5 (77′ Marras 6); Antenucci 6,5 (87′ Di Cesare sv), Cheddira 6,5 (77′ Paponi 6). A disp: Polverino, Plitko, Celiento, Simeri, Citro, Pucino, Ricci. All. Mignani.

Arbitro: Sig. Ermanno Feliciani di Teramo. Assistenti: Miniutti di Maniago e Tinello di Rovigo. IV ufficiale: Frascaro di Firenze.

Note: ammoniti: Frattali, Maita, Bontà, Botta, Bianco. Angoli: 4-2. Recupero: 1’+ 4’. Giornata grigia ma mite. Campo in buone condizioni. Spettatori 5000 circa di cui circa 500 ospiti.

Il colpo d’occhio del Nuovo Romagnoli è di quelli da far venire i brividi. Dopo oltre vent’anni torna ad ospitare 5mila spettatori in una partita da “calcio vero”. Arriva infatti il Bari, sospinto da oltre 500 tifosi, capolista del girone C con tra le sue fila giocatori che hanno almeno 150 presenze in serie A.

E’ una domenica speciale per i tifosi del Lupo che assaporano una sfida del genere dopo oltre 32 anni. Per l’occasione Cudini conferma la formazione tipo con Pace ormai titolare a sinistra ed il tridente Vitali-Rossetti-Di Francesco. Mignani invece rispolvera Mirko Antenucci al centro dell’attacco. Il centravanti molisano di Roccavivara torna dal primo minuto proprio contro la squadra della sua regione.

Al 4′ subito Bari in vantaggio. Sugli sviluppi di un calcio di punizione è bravissimo in tuffo di testa Terranova a sbucare dietro i difensori rossoblù e bucare l’incolpevole Raccichini. Il Campobasso subisce il colpo e per una quindicina di minuti non riesce a reagire. Al 21’ ancora Bari pericoloso con D’Errico che dentro l’area impegna severamente Raccichini. La squadra pugliese sembra padrona del campo nella prima frazione. Al 34’ imbucata di D’Errico per Cheddira che taglia in area ed in scivolata manda alto da buona posizione. Il primo lampo rossoblù lo regala addirittura Dalmazzi che anticipa Antenucci alla trequarti, supera un avversario in dribbling e prova un tiro a giro che però termina a lato.

La squadra di Cudini sembra avere troppo timore reverenziale di un team comunque fortissimo come quello biancorosso, probabilmente già proiettato alla serie B. Al 39’ però Tenkorang sfugge via in area di rigore e Frattali in uscita lo atterra. Calcio di rigore. Dal dischetto si presenta Mattia Rossetti che realizza. E’ 1-1. Si conclude così un primo tempo che ha visto per lunghi tratti un Bari in controllo della partita ma poi il lampo di Tenkorang ha riacceso sul finale un Campobasso che è apparso troppo contratto, forse subendo il fascino di una sfida così importante.

Ripresa che si apre con i Lupi che sembrano più galvanizzati: al 47’ conclusione di Bontà dal limite che esce non di molto. Al 53’ però Cheddira sciupa una occasione clamorosa schiacciando alto di testa ad appena un metro dalla porta di Raccichini. Passa un minuto e proprio Antenucci infila la porta rossoblù su una bella azione sulla sinistra dei biancorossi. Ottima reazione della capolista. Anche in questo caso il Campobasso ci mette un po’ ad assorbire il colpo e solo al 73’ si riaffaccia dalle parti di Frattali con un bel tiro sul primo palo del neoentrato Liguori. Al 77’ il Bari fa tris con un gran gol di Cheddira che, approfittando di una palla persa a centrocampo di Dalmazzi in uscita, riceve palla in area, dribbling, contro dribbling e tiro sul secondo palo a fulminare Raccichini. Velleità del Campobasso di nuovo spente e partita praticamente chiusa. I galletti hanno un’altra grande occasione per arrotondare al 93’ ma è bravissimo Raccichini a salvare ancora la sua porta.

Il Bari vince meritatamente un match che ha tenuto quasi sempre sotto controllo. Il Campobasso paga i due inizi di frazione di gioco troppo timorosi. Resta però la bellissima giornata di sport ed una cornice di pubblico degna davvero di altri palcoscenici. La squadra di Cudini avrà tempo, modo e altri avversari per fare i punti che servono per la salvezza. E mercoledì, nel turno infrasettimanale, un’altra ostica avversaria attende i rossoblu: la Turris di Torre del Greco.

GCM

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: