Gioco d’azzardo patologico, ordinanza del Comune sugli orari di funzionamento dei giochi con vincita in denaro

E’ stata firmata qualche giorno fa dal sindaco di Campobasso Antonio Battista  l’ordinanza n. 6 – proposta dall’assessorato alla Polizia Municipale – che disciplina sul territorio comunale gli orari di funzionamento degli apparecchi per il gioco lecito con vincita di denaro. Un’ordinanza che si è resa necessaria per arginare la ludopatia o gioco d’azzardo patologico, una vera malattia sociale. Eccone uno stralcio:

  • Orari di esercizio delle sale da gioco: locali autorizzati ex art. 86 del TULPS (ad esclusione delle sale biliardo e delle sale bowling) dalle ore 10 alle ore 13 e della ore 16 alle ore 21 tutti i giorni compresi i festivi;
  • Orari di funzionamento degli apparecchi di intrattenimento e svago con vincita in denaro di cui all’art.110, comma 6 lettera A e B del TULPS collocati: a) negli esercizi autorizzati ex art.86 del TULPS (bar, ristoranti, alberghi, rivendite tabacchi, esercizi commerciali, circoli privati, ricevitorie lotto ecc.) dalle ore 10 alle ore 13 e dalle ore 16 alle ore 21 di tutti i giorni compresi i festivi; b) negli esercizi autorizzati ex art. 88 del TULPS (agenzie di raccolta scommesse, sale Video Lottery Terminal (VLT), New Slots, sale bingo, ecc.) dalle ore 10 alle ore 13 e dalle ore 16 alle ore 21 di tutti i giorni compresi i festivi;
  • Nell’ambito di tali limiti massimi di orario il titolare ha facoltà di scegliere il proprio orario di apertura e di chiusura dandone comunicazione scritta al servizio SUAP del Comune;
  • Di abrogare le ordinanze sindacali del 19/08/1992 n.224 e del 8/10/1994 n.185;
  • Gli apparecchi di cui sopra, nelle ore di sospensione del funzionamento, devono essere spenti tramite l’apposito interruttore elettrici di ogni singolo apparecchio ed essere mantenuti non accessibili.

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: