Frammenti del razzo cinese “Lunga Marcia 5B” potrebbero cadere sul territorio molisano. Allerta della Protezione Civile

Tra le dieci regioni sul territorio delle quali potrebbero “piovere” frammenti del razzo spaziale cinese “Lunga Marcia 5B” partito il 29 aprile scorso, figura anche il nostro Molise. La caduta libera del razzo di circa 854 tonnellate di stazza, infatti, è prevista dagli scienziati sul centro-sud Italia, in particolare: Umbria, Lazio, Abruzzo, Molise, Campania, Basilicata, Puglia, Calabria, Sicilia e Sardegna.

Il tutto potrebbe accadere questa notte quando, alle 2.24 (di domenica 9 maggio), con un arco temporale di incertezza di circa 6 ore, la navicella incontrerà l’atmosfera per disintegrarsi e spezzettarsi in migliaia di frammenti che, tuttavia, non dovrebbero costituire alcun pericolo per gli edifici. Per questo la Protezione Civile nazionale, che segue passo passo l’evolversi della situazione, consiglia di restare al coperto per evitare spiacevoli “contatti”, lontani da porte e finestre. Inoltre sempre la Protezione Civile invita chiunque a segnalare eventuali ritrovamenti di frammenti più o meno grandi da non toccare assolutamente e dai quali stare lontani almeno una ventina di metri.

Tra le tante traiettorie possibili, studiate dai tecnici, restano comunque più probabili quelle che porterebbero questi frammenti a cadere in mare dal momento che la superficie del nostro pianeta è costituita per il 70% da oceani. Non resta che aspettare cosa accadrà.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: