Eccellenza – Vola il Venafro di Capaccione, blitz Campodipietra a Pietramontecorvino. L’Isernia sbanca Termoli nel finale

campodipietra-1
Il Campodipietra

Comanda il Venafro. Con il successo di Gambatesa, ampio nelle proporzioni e meritato per quanto riguarda la prestazione offerta, la formazione di Peppe Capaccione può guardare tutti dall’alto dopo sette giornate di campionato. I bianconeri sono a più due sul Tre Pini Sporting Matese e a più tre sull’Isernia. Un sontuoso Panico con tre reti dal 5’ al 25’ ha di fatto tagliato le gambe alla formazione biancoverde che è stata incapace di reagire e si è svegliata troppo tardi. L’unico sussulto biancoverde c’è stato infatti al 70’ con Giuliano Di Virgilio che ha realizzato il gol della bandiera quando il risultato era però saldamente in mano ospite (da registrare anche il poker ad opera di Patriciello). Adesso la formazione del presidente Nicandro Patriciello può fare davvero grandi cose anche se all’inizio della stagione l’obiettivo non era certo quello di vincere il campionato. Magari la serie D non arriverà ma Roncone e soci possono godersi il momento magico. E sabato al del Prete è big match con il Macchia. Il Gambatesa, invece, deve cercare di mettersi subito alle spalle questo ko perché domenica, contro il Campodipietra, non sarà affatto una passeggiata. A proposito, la formazione di Lorenzo Viglione, ha conquistato ieri tre punti fondamentali sul difficile campo del Pietramontecorvino. Gara subito in discesa per la squadra del presidente Iacovelli, capace di archiviare la pratica già alla fine del primo tempo con i timbri di Zurlo, Guglielmi, Di Maria e Nardacchione. In mezzo solo il calcio di rigore realizzato da Vannella che ha regalato all’undici di Maiellaro il gol della bandiera. Nella ripresa il Campodipietra ha amministrato la contesa e ha soltanto incassato la seconda rete rossonera, a 2’ dal termine, firmata ancora da Vannella. Nel prossimo turno i pugliesi dovranno incrociare le armi con il Guglionesi, per un match che non sarà agevole. Scatto importante in avanti per l’Isernia di mister Fabio Di Rienzo che espugna all’ultimo respiro il Cannarsa di Termoli grazie ad un gol di Cantelmo (entrato a gara in corso) ad un solo giro di lancette dal termine. I giallorossi hanno venduto cara la pelle, giocando a testa alta e mettendo sovente in difficoltà la retroguardia biancoceleste che ha però retto bene l’urto. I pentri, che hanno colpito una traversa con Armando Iaboni, sono stati bravi a non disunirsi e a credere fino alla fine nella possibilità di vincere il confronto. Il Termoli recrimina per non aver sbloccato prima il risultato ma guarda con fiducia alla prossima gara sul terreno di gioco del Tre Pini Sporting Matese. L’Isernia, invece, sarà di scena al Lancellotta sabato contro l’Olimpia Riccia. La squadra di Totaro deve ringraziare bomber Sillah che ha riacciuffato la Cliternina, scattata avanti con una rete di Gabsi (entrambe le reti sono state firmate nella prima frazione). La sfida valeva parecchio in termini di classifica e le due squadre hanno deciso di non farsi del male.

Gli anticipi del sabato – Finisce in perfetta parità il big-match tra Macchia e Tre Pini Sporting Matese con due bomber in evidenza. A passare per primi in vantaggio sono gli uomini di Pierluigi De Bellis che sbloccano il risultato grazie a Nicola Panico, abile a girare alle spalle di Zotti un preciso cross di Mancini. Nella ripresa arriva il pari dei biancoverdi firmato, manco a dirlo, da Daniele Napoletano che approfitta di un assist di Di Matteo per fare secco Biasella. Termina sempre in parità, ma a reti bianche, la gara tra Sesto Campano e Spinete. A recriminare maggiormente sono però gli uomini di Angelo Cecchino che a dieci minuti dal termine falliscono un calcio di rigore con Marziale ipnotizzato da Vitone. Cade in casa il Campobasso 1919 costretto a cedere il passo al Guglionesi di Michele D’Ambrosio. Neroverdi spietati in area di rigore e a bersaglio con Mastrangelo (doppietta) e Montechiari. Non riesce a sbancare Alife il Vastogirardi di Alberto Bernardi che offre una buona prestazione ma deve accontentarsi di un punto. Paglia tra i padroni di casa e Maggi per gli ospiti, sono i grandi protagonisti della contesa. Con i loro interventi negano la gioia del gol ai rispettivi attacchi e così la sfida si chiude sullo 0-0.

La classifica aggiornata: Venafro 19; Tre Pini Sporting Matese 17; Isernia 16; Vastogirardi, Macchia 14; Guglionesi 13; Città di Termoli 11; Alliphae, Campodipietra 10; Gambatesa 9; Sesto Campano 8; Olimpia Riccia 7; Us Campobasso 1919, Spinete 4.

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: