Approvate all’unanimità le mozioni presentate dagli esponenti di Democrazia Popolare Pilone e Cancellario

pilone cancellarioNel corso del consiglio comunale tenutosi stamane a Palazzo San Giorgio, l’assise ha votato compatta a favore della necessità di predisporre quanto necessario per assicurare un’adeguata preparazione degli scrutatori chiamati a espletare le funzioni relative alle operazioni di voto e dello spoglio nel giorno delle elezioni che coinvolgono il Comune di Campobasso e in merito all’allestimento in città dei ‘Parcheggi Rosa’, due mozioni portate in aula a firma dei consiglieri di minoranza Francesco Pilone e Marialaura Cancellario.

In particolare, con la mozione “scrutatori” si è impegnata la Commissione Elettorale del Comune di Campobasso a predisporre uno specifico corso di formazione, pianificandone i costi e inserendo quest’ultimi negli appositi capitoli di bilancio.

Per quel che concerne invece i ‘Parcheggi Rosa’ l’assemblea di Palazzo San Giorgio ha impegnato la relativa Commissione a provvedere all’allestimento delle apposite aree di sosta riservate alle donne incinte e/o con figli nel primo anno di età, da realizzare con apposita segnaletica orizzontale e verticale, istituire e predisporre il contrassegno temporaneo rosa, quale autorizzazione a parcheggiare nell’apposita area, disciplinandone le procedure di richiesta e rilascio.

“La nostra soddisfazione – hanno dichiarato Francesco Pilone e Marialaura Cancellarioderiva dal fatto che l’aula ha votato all’unanimità a favore delle due mozioni, i cui contenuti evidentemente erano sentiti da tutti i consiglieri comunali, sia di maggioranza che di opposizione. Un’adeguata preparazione degli scrutatori è il minimo che noi amministratori possiamo garantire, al fine di assicurare la massima trasparenza nelle operazioni di voto e di scrutinio. Quanto avvenuto nel corso dell’ultima tornata elettorale, infatti, tra ritardi ed errori nei conteggi, non dovrà più accadere, in nome della democrazia. I parcheggi rosa, argomento del quale se ne è parlato tanto nei giorni scorsi, rappresentano invece una piccola conquista sociale delle donne incinte e delle neomamme, che saranno agevolate negli spostamenti nel capoluogo. Un modo per rendere meno stressante una fase della vita, che una società civile è tenuta a tutelare e proteggere”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: