Accertamenti esecutivi in consegna, le precisazioni da Palazzo San Giorgio

La RTI ICA CRESET, per conto del Comune di Campobasso, sta provvedendo alla notifica degli Avvisi di accertamento esecutivi del canone idrico relativi alle annualità 2012, 2013, 2014, 2015 e 2016 emessi a seguito di provvedimenti di Sollecito notificati dall’Ente negli anni 2017 e 2018 a mezzo raccomandata A/R nel rispetto del termine prescrizionale dei 5 anni previsti dalla normativa allora vigente.

I solleciti divenuti definitivi e per i quali non risulta pervenuto il pagamento, sono stati trasmessi alla RTI ICA CRESET, con prot. 40124/2020, per la successiva fase della riscossione, la quale è risultata sospesa fino al 31 agosto 2021 per effetto delle varie disposizioni legislative succedutesi nel tempo a causa dell’emergenza COVID -19. Dalla cessazione del periodo di sospensione si è dato avvio alla graduale ripresa delle attività di riscossione.

In relazione agli avvisi di accertamento Tassa rifiuti, nell’ambito delle attività di recupero e lotta all’evasione, intensificata nell’anno 2021, il Comune di Campobasso ha emesso, nei primi mesi del corrente anno:

  • avvisi di accertamento per omesso pagamento Tari 2017 in seguito al mancato pagamento dei solleciti notificati nel corso del secondo semestre dello scorso anno;
  • avvisi di accertamento per omessa/infedele denuncia a seguito della risposta ai questionari TARI inviati nel secondo semestre anno 2021 e a seguito di attività d’accertamento d’ufficio.

Si ribadisce che le attività di accertamento sono svolte nel rigoroso rispetto dei termini decadenziali previsti dalla L. 296/2006, come prorogati dall’art. 67 del DL 18/2020, e con le modalità di cui alla L.160/2019.

Il Comune di Campobasso e la società RTI ICA CRESET rimangono a completa disposizione dell’utenza al fine di fornire ogni utile informazione a riguardo secondo tutti i canali di accesso riportati sul sito istituzionale dell’Ente.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: