Volley, sconfitta interna per la Energytime Spike Campobasso

ENERGYTIME SPIKE CAMPOBASSO-GREEN BARI 2-3

(22-25, 25-23, 25-21, 25-27, 14-16)

Campobasso: Parisi 3, Saraceno 24, Rescignano 19, Maiorana D. 9, Mitidieri 2, Picardo 13, Santucci (L1), Cannazza 1, Sulmona 4, Mottola 0, Romagnoli 0, De Socio ne, Ceccato ne. Allenatore: Maniscalco.

Bari: Parisi 1, Petruzzelli 28, Ciavarella 21, Grassano 13, Di Gregorio 10, Giorgio 13, Rinaldi (L1), Lomurno 0, Verroca 0, De Gennaro ne, Incampo ne, Marrone ne, Chiarelli ne, Ruggiero (L2) ne. Allenatore: Spinelli.

Arbitri: Alberto Mancuso (Salerno), Giuseppina Stellato (Caserta).

Durata set: 31’, 32’, 33’, 34’, 25’.

In un PalaVazzieri ancora sold out l’EnergyTime Spike Devils Campobasso ha ceduto al Green Bari solo al tie break. Nonostante la sconfitta i molisani hanno aggiunto un punto in classifica, salendo a quota 9. Mister Maniscalco mischia ancora le carte: torna nel ruolo di libero Santucci che nella gara precedente aveva schierato in posto quattro, nello starting six il centrale Mitidieri, reduce da un infortunio.

Migliore l’approccio al match degli ospiti che si portano sul 10-6, il tecnico dei molisani chiama in panchina i suoi per riorganizzare le idee. Il rientro in campo ha l’esito sperato la Spike Campobasso riesce ad agganciare gli avversari. Il primo set resta in equilibrio sino al 17 pari. Il Bari sfruttando un Ciavarella super ispirato da posto quattro si porta sul +4 del 24-20. Prima Rescignano e poi Saraceno annullano due set point, questa volta è mister Spinelli a chiamare time-out.

Al rientro in campo Bari si porta a casa il set: 25-22. Parisi in battuta e gli attacchi di Saraceno e Rescignano scaldano i circa 300 tifosi presenti al Pala Vazzieri che con il loro sostegno spingono la squadra fino al 12-5, un +7 che segna anche il massimo vantaggio di serata. I molisani, però, devono fare i conti con il Bari che approfittando di un attacco out di Saraceno vanno sul -1 ( 21-20). Da qui in poi regna l’equilibrio fino al 25-23 frutto di un errore in ricezione di Giorgio sull’attacco di Rescignano.  Sul parziale di 1-1 nel contro set si va alla terza frazione di gioco che si disputa all’insegna dell’equilibrio, frutto anche di diversi errori commessi da entrambe le formazioni.

La Spike Campobasso con il muro di Sulmona porta a casa il set 25-21. Il Bari torna in campo consapevole di dover fare sua la quarta frazione. Dopo un iniziale vantaggio di 15-12 per gli ospiti sale in cattedra Rescignano protagonista in positivo perché mette a referto 3 punti ma anche in negativo poiché riceve un cartellino rosso per proteste che vale il 19 pari. Parisi annulla il primo set point sul 23-24, un recupero eccezionale in difesa porta all’attacco vincente di Saraceno del 24 pari. Il Bari è bravo a mantenere alta la concentrazione e si aggiudica il quarto set per 27-25. Dopo già due ore e dieci di gioco si va al tie break dove le due squadre si rispondono punto a punto fino a quando il Bari non chiude per 16-14, portando a casa un successo che vale due punti. Il patron dell’ EnergyTime Spike Devils Campobasso Marco Pulitano a margine della gara ha analizzato il match: «Dispiace aver interrotto una serie positiva che durava da dicembre 2017 proprio in una gara interna – afferma – Stiamo disputando un torneo di buon livello. Voglio ringraziare il pubblico che in queste gare giocate al PalaVazzieri ci ha seguito numeroso. Il nostro obiettivo è quello di disputare un buon campionato e di ricreare il giusto entusiasmo intorno a questo sport. Il sold out della capienza nelle gare interne ci fa capire che stiamo lavorando nel verso giusto». (© foto Stefano Saliola)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: