Vaccino anti-covid, al via le adesioni per la fascia d’età 39-30

Prenderanno il via giovedì 3 giugno le adesioni alla campagna vaccinale per la fascia d’età 39-30 anni, mentre per quella che va dai 29 ai 20 le adesioni potranno essere inoltrate a partire dal 5 giugno prossimo.

La decisione di aprire alle ultime fasce d’età rimanenti è giunta a seguito della riunione di ieri mattina della cabina di regia per la campagna vaccinale. Nel corso dell’incontro è stata affrontata la questione dell’apertura libera voluta dal commissario Figliuolo: al termine dell’incontro è stato deciso di avviare la raccolta delle adesioni della fetta di popolazione non ancora vaccinabile.

Le modalità di adesione sono sempre le stesse: ci si dovrà collegare alla piattaforma https://adesionivaccinazionicovid.regione.molise.it/app/f?p=300:73 e inserire i dati nell’apposito pulsante corrispondente alla propria fascia d’età, tenendo a portata di mano codice fiscale e tessera sanitaria.

Sono state decise anche le modalità di vaccinazione per i maturandi. Coloro che sosterranno tra qualche giorno l’esame di Stato (circa 2.600 studenti) verranno vaccinati il 2 giugno prossimo. Anche in questo caso è necessaria la prenotazione sulla piattaforma.

Per i maturandi che non sono ricompresi nella fascia d’età 18-20 anni (e quindi per coloro che hanno ancora 17 anni oppure hanno superato i 20 o anche per quanti non riuscissero a procedere con la registrazione) è stata attivata la mail [email protected] alla quale inviare le proprie richieste. Per i minori di 18 anni, va ricordato che il consenso dovrà essere compilato da un genitore che esercita la responsabilità genitoriale o un tutore e che l’accesso ai punti vaccinali avverrà previo accompagnamento da parte delle suddette figure.

Per i maturandi di fuori regione, invece, è necessario produrre preventivamente un’attestazione di frequentazione, rilasciata dal proprio istituto scolastico, nella quale viene specificato di essere uno studente frequentante in Molise. La documentazione deve essere inviata alla mail [email protected] e solo successivamente il codice fiscale verrà abilitato alla prenotazione (che dovrà essere fatta dall’interessato).

«Con l’apertura alle ultime due fasce d’età, la piattaforma per la campagna vaccinale non ha esaurito la sua funzione – spiega il delegato alla Digitalizzazione, il consigliere Andrea Di Lucente -. Anzi. Continuerà ad essere un punto di riferimento anche per il futuro. Per questo motivo stiamo lavorando per potenziare i servizi a supporto, rendendo il tutto sempre più vicino alle esigenze e alle domande del cittadino. E’ stato finora un lavoro fortemente dinamico, tenendo conto del continuo divenire della campagna vaccinale, modificata nel corso del tempo più volte. Il prossimo step sarà quello del certificato vaccinale».

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: