Un gol di Dalmazzi regala la terza vittoria di fila ai Lupi e conferma il +4 sulla seconda in classifica

CAMPOBASSO-CASTELFIDARDO  1-0

Rete: 35’ Dalmazzi.

Campobasso (4-3-3): Raccichini 6; Fabriani 6,5, Dalmazzi 7, Menna 6,5, Vanzan 6; Bontà 6, Ladu 6 (85’ Tenkorang sv), Candellori 6,5; Vitali 6,5, Rossetti 6 (70’ Cogliati 6), Esposito 6. A disp.: Piga, Sbardella, Capuozzo, Brenci, Fruscella, Di Domenicantonio, Zammarchi. All. Mirko Cudini.

Castelfidardo (4-4-2): David 6; Santangelo 6, Puca 5, Zeetti 5, Mataloni 6; Capponi 6, Di Dio 6, Fermani 6, Monachesi 6 (73’ Bracciatelli 6); Njambe 5 (55’ Perpepaj 6), Braconi 5,5. A disp: Sprecacè, Rinaldi, Bilotta, Rossini, Corcione, Mancini, Cardinali. All. Lauro.

Arbitro: Sig. Giuseppe Rispoli di Locri. Assistenti: Scardovi di Imola e Fumarulo di Barletta.

Note: ammoniti: Di Dio, Candellori, Braconi. Espulso per doppia ammonizione Capponi al 69’. Angoli: 6-2. Recupero: 1’+3’. Partita a porte chiuse. Giornata soleggiata ma rigida. Campo in ottime condizioni.

Terza partita in sette giorni per tutta la serie D che procede a ritmi serrati tra giornate da recuperare e turni infrasettimanali. Il Campobasso cerca la terza vittoria consecutiva della settimana contro l’ostico Castelfidardo che veleggia in zona playoff. Alcune scelte importanti di Cudini per questo match: a centrocampo Ladu ruba il posto da titolare a Brenci dopo l’ottima prova di Agnone mentre in attacco c’è la seconda esclusione di fila per Cogliati in luogo di Rossetti. Se ad Agnone però la scelta era sembrata soprattutto dettata dal turn over visti gli impegni ravvicinati questa volta la sensazione è che si tratti più di una scelta tecnica. Del resto l’ultimo arrivato Rossetti viene da un ottimo periodo di forma con due gol in altrettanti incontri. Tra gli ospiti due ex: Giampaolo (assente) e Njambè.

La prima occasione da gol dopo una lunga fase di studio è dei Lupi con Esposito al 18’ che converge in area e prova ad esplodere il destro ma la conclusione che ne scaturisce è troppo debole e centrale. Al 30’ grande occasione per gli ospiti con Capponi che arriva in piena area a battere un calcio di rigore in movimento. Per fortuna di Raccichini la sua conclusione è lenta anche se angolata ed il portiere rossoblù salva la sua porta. Al 35’ però il Lupo passa in vantaggio: punizione sul vertice sinistro di Esposito e colpo di testa vincente di Dalmazzi. Si chiude con questo gol un primo tempo abbastanza povero di emozioni.

La ripresa sembra aprirsi sulla stessa falsariga della prima frazione: ritmi bassi e poche occasioni da rete. Al 69’ gli ospiti rimangono in dieci per una doppia ammonizione comminata a Capponi che si prende un ingenuo secondo giallo per una palese simulazione in area. Le emozioni però continuano a scarseggiare. La partita rimane pericolosamente in bilico per il Campobasso che non riesce a produrre occasioni importanti per chiuderla. All’84’ è Menna a sfiorare il raddoppio di testa sugli sviluppi di un calcio d’angolo ma il suo colpo di testa è al lato della porta di David. Tuttavia non succede più nulla fino al 93’ . In questo modo il Campobasso riesce a portare a casa una vittoria importantissima che rinsalda il primato in classifica e lo proietta, finalmente dopo una settimana regolare, alla prossima trasferta di Montegiorgio.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: