Truffe online, la Polizia Postale incastra due falsi venditori

Gli uomini del Settore Investigativo del Compartimento Polizia Postale e delle Comunicazioni per il Molise hanno deferito all’Autorità Giudiziaria due pluripregiudicati per due distinte truffe on-line. Nel primo caso, il malvivente – un siciliano già segnalato alla Polizia Postale per frodi informatiche e indebito utilizzo di carte di credito – aveva posto in vendita, su un noto sito di e-commerce, un telefonino iPhone al prezzo di 450 euro, quindi riceveva dal compratore il prezzo pattuito, senza inviare il prodotto. L’immediata segnalazione alla Polizia Postale, anche grazie alla collaborazione del cittadino, hanno consentito la rapida individuazione del criminale, già recidivo per reati informatici e frodi on-line.

In altro caso, invece,  la Polizia Postale si è attivata in base ad una segnalazione di un cittadino che, nel contrattare il prezzo di una bicicletta professionale da corsa per circa 300 euro, con una serie di pretesti, vedeva rinviarsi la consegna da parte del venditore, il quale adduceva giustificazioni addebitabili al corriere. Sulla base di una intuizione del personale di polizia a cui il cittadino si era rivolto, da subito si riconosceva la falsità di alcuni documenti di spedizione, quindi venivano effettuati immediati accertamenti che consentivano di “incastrare” un truffatore seriale dell’hinterland reggino.

Gli agenti hanno quindi proceduto a deferire i due malviventi all’Autorità giudiziaria per i reati di truffa online e sostituzione di persona, con l’aggravante della recidiva specifica. La Polizia Postale e delle Comunicazioni, specie in questo periodo di restrizioni a causa dell’emergenza sanitaria, mette in guardia tutti i cittadini dalle truffe online e li invita a visitare il sito istituzionale www.Commissariatodips.it  sia per ricevere tutte le informazioni utili che per segnalare eventuali reati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: