Spacciava nonostante fosse agli arresti domiciliari, arrestato dai Carabinieri

Anche in questo fine settimana, i militari dell’Arma di via Mazzini, nell’ambito dell’attività di contrasto al fenomeno dell’uso e dello spaccio di sostanze stupefacenti, hanno dato corso a numerose perquisizioni sia personali che domiciliari che hanno interessato non solo il Capoluogo ma anche altri territori limitrofi.

In uno dei controlli effettuati, in particolare, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Campobasso facevano irruzione presso l’abitazione di un noto pregiudicato ristretto agli arresti domiciliari che, assolutamente impreparato, veniva sorpreso con della sostanza stupefacente di tipo crack sul tavolo della cucina e con vari strumenti utilizzati per il consumo della stessa. I militari allora procedevano ad una scrupolosa perquisizione di tutta l’abitazione e pertinenze che consentiva di recuperare, ben nascosti in un borsello e già suddivisi in dosi, circa 40 grammi di cocaina, 4 grammi di crack e 70 grammi di eroina, pronti per la cessione al dettaglio, oltra alla somma di 400 euro, verosimilmente provento dello spaccio, e materiale vario per il confezionamento e la pesatura delle sostanze.

Colto con le mani nella marmellata, l’uomo è stato arrestato ed associato presso la Casa Circondariale di Campobasso a disposizione dell’Autorità Giudiziaria mentre le varie sostanze stupefacenti poste sotto sequestro così come tutto il materiale rinvenuto nella sua disponibilità e verosimilmente riconducibile al reato di detenzione e spaccio di droga.

Le attività svolte e l’ennesimo arresto con contestuale sequestro di droghe pesanti testimoniano l’impegno diuturno dell’Arma dei Carabinieri nel contrasto all’uso ed al traffico di sostanze stupefacenti a tutela della collettività; attività di prevenzione e repressione che continueranno con azioni mirate anche al fine di addivenire finalmente ad una riduzione della domanda.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: