Simone Miani mette il sigillo sulla sofferta vittoria del Campobasso contro un coriaceo Celano

cb celano_16CAMPOBASSO-CELANO 1-0

Rete: 86′ Miani.

Campobasso: Conti, Di Gioacchino (46′ Cianci), Fusaro, Palermo, Bosco, Minadeo, Nicolai, Pani (63′ Fazio), Lazzarini (58′ Miani), Todino, Di Gennaro. All. Farina.

Celano: Amabile, Iaboni, Piccirilli, D’Adamo, Villa, Castaldo, Luzi, Marfia, Bongiorno, Vigliotta (34′ Suleman), Retico (60′ Ippolito). All. Luiso.

Arbitro: Sig. Degli Esposti di Bologna. Assistenti: Gasparri e Pompei di Pesaro.

cb celano_23
Il toro di Sora, Pasquale Luiso

Forse quella di oggi è stata la vittoria più sofferta. E non solo perché arrivata a 5′ dal termine ma perché la squadra di Farina ha avuto grosse difficoltà ad imbastire le proprie trame di gioco per tutta la durata dell’incontro al cospetto di un Celano giunto a Campobasso con la chiara intenzione (e non potrebbe essere altrimenti…) di provare fino alla fine a portare in Abruzzo quantomeno un punticino che avrebbe significato lasciare solo il Termoli, ultimo in classifica.

cb celano_72
Miani realizza il gol-vittoria

Così non è stato, ma quanta fatica… Nella prima frazione di gioco le squadre si sono prevalentemente affrontate a centrocampo senza creare alcun pensiero agli estremi difensori. Da segnalare solo un sospetto fallo da rigore ai danni di Di Gennaro al quarto d’ora che ai più è parso sacrosanto ma non al signor Degli Esposti che ha lasciato proseguire. Qualche tiro debole e qualche colpo di testa di Nicolai, Todino e Di Gennaro non mettono assolutamente il timbro su una prima frazione scivolata via senza sussulti particolari.

cb celano_47
Di Gennaro, solito guerriero

La ripresa vede l’ingresso di Cianci al posto di Di Gioacchino e al 58′ la svolta del match: uno spento Lazzarini lascia il posto a Miani. Il centravanti romano si fa vedere al 67′ con una incornata in tuffo che Amabile para a terra: il lupo comincia a farsi pericoloso. Gli ultimi 20′ di gioco raccontano di tanta paura di prendere gol da parte dei padroni di casa, grazie anche ad alcune belle manovre concluse malamente dagli aquilani come quella di Ippoliti al 72′. Il forcing finale dei rossoblu dà però i suoi frutti all’86’ quando il nuovo entrato Miani manda la palla in fondo al sacco con un rasoterra imprendibile per il numero 1 abruzzese. Nei minuti di recupero il Campobasso fallisce con Fazio il gol del raddoppio e la gara finisce al 93′.cb celano_58

Vittoria sofferta ma tutto sommato, se guardiamo il bicchiere mezzo pieno, lascia almeno immutate le distanze con le squadre che precedono in classifica, tutte vittoriose. Domenica prossima test-verità per la squadra del presidente Perrucci: si va a Civitanova Marche, contro la seconda della classe. Tutto può succedere, San Benedetto docet(ms)

 

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: