Scuola “Petrone” devastata nella notte, i soliti ignoti infieriscono sull’edificio che ospita gli alunni della Don Milani

danni21
L’assessore Maio sul posto

Sono penetrati per la quarta volta nell’ultimo mese e, stavolta, il danno provocato è davvero ingente. I soliti ignoti questa notte hanno preso ancora di mira la scuola media “Igino Petrone” di via Alfieri, già nell’occhio del ciclone per quanto concerne la sicurezza delle strutture scolastiche cittadine in quanto ospitante i bambini della Don Milani, dello stesso istituto comprensivo.

danni17 danni7Libri ovunque, schiuma di estintori dappertutto, scritte sui banchi e mobili scaraventati a terra: questo la sorpresa dei dipendenti questa mattina che, ovviamente, sta ritardando l’ingresso degli alunni in classe. All’arrivo della Dirigente Maria Cristina Battista è la stessa a confermare che “sono quattro anni che chiediamo vengano installate telecamere di videosorveglianza ma, a quanto pare, nessuno ci ascolta. La scuola, oggi, va chiusa. Non è possibile stare in classe con quello che è successo”. Intorno alle 9 è arrivato anche l’assessore Pietro Maio, immediatamente sollecitato da Palazzo San Giorgio, il quale insieme alla dirigente si è recato nei piani alti dell’edificio per raggiungere gli operatori della Polizia Scientifica che stanno effettuando i rilievi del caso.

Sembrerebbe che le classi prime e quinte della Don Milani ospitate in via Alfieri siano al sicuro mentre si sta decidendo il da farsi per quanto riguarda il regolare svolgimento delle lezioni per le classi delle medie che momentaneamente sono ospitate nell’auditorium dell’istituto. Probabilmente, una volta terminato l’inpagabile lavoro del personale scolastico, il tutto proseguirà regolarmente fino al suono della campanella d’uscita.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: