Scuola e Cassa Edile del Molise, al via il piano di comunicazione a imprese e lavoratori

Scuola EdileL’Ufficio di Presidenza della Scuola Edile del Molise e della Cassa Edile del Molise hanno deciso di avviare un piano della comunicazione per una maggiore divulgazione delle attività svolte dagli Enti Bilateri e per fornire alle imprese e ai lavoratori un quadro di riferimento sulle azioni messe in campo dagli stessi Enti. L’esigenza di dotarsi di un Piano della Comunicazione nasce anche dal fatto che è in atto un vero e proprio processo di trasformazione del settore delle costruzione e con esso, ovviamente, anche la mission della Bilateralità.

Obiettivo del processo di riconversione è il progressivo superamento del concetto di “Centro di formazione professionale” attraverso la trasformazione delle scuole edili in “Centri di servizio” indirizzati alle persone, ai lavoratori, alle imprese. Nel caso delle Scuole edili, in particolare, il coniugare la formazione con una nuova attenzione alle politiche attive del lavoro diventa il nuovo campo di azione per riappropriarsi della capacità di procacciare risorse derivanti da finanziamenti pubblici comunitari, nazionali, regionali e dall’insieme dei Fondi interprofessionali per la formazione continua.

Crisi del settore, criticità dei bilanci a seguito di una contrazione delle entrate di settore rendono necessaria per le parti sociali una riflessione sulla riorganizzazione del sistema degli enti bilaterali. Bisogna rifondare la bilateralità per salvarla, facendone il pezzo forte del welfare sussidiario di settore. Nuovo campo di azione per le strutture formative di settore. Coniugare la formazione alle politiche attive di lavoro, in concomitanza del nuovo quadro istituzionale normativo di riferimento il jobs Act. La formazione continua si rafforza con interventi mirati, brevi e rispondenti a specifici obblighi di legge si rafforza la collaborazione tra scuole e cpt si evita la sovrapposizione dei ruoli e la formazione obbligatoria rappresenta il primo momento di crescita dentro la logica della costruzione del percorso di carriera lungo l’intero arco della vita. Diminuisce la formazione d’ingresso: per la crisi, per l’immagine del settore, per la perdita di valore dell’apprendistato e per la riduzione delle risorse regionali dedicate. Le riforme portate avanti in questi ultimi mesi in materia di diritto del lavoro, tuttora in corso di completamento con il futuro varo dell’agenzia nazionale per le politiche attive del lavoro Anpal, offrono un quadro istituzionale e normativo di riferimento nuovo all’interno del quale ricollocare le principali linee di azione del sistema bilaterale delle costruzioni in materia di formazione. La Borsa lavoro nel prossimo biennio sarà lo strumento in grado di consentire al nostro sistema di interloquire con i servizi pubblici per l’impiego di offrire al lavoratore un supporto: dalla fase di accoglienza all’orientamento, dal bilancio delle competenze alla costruzione di percorsi formativi mirati alla ricollocazione. Il Piano della comunicazione della Scuola Edile e della Cassa Edile del Molise sarà strutturato secondo le seguenti azioni:

  • Affissione di manifesti nei maggiori centri della Regione Molise
  • Distribuzione di un pieghevole informativo sulle attività che svolge la Scuola Edile e dalla cassa Edile del Molise;
  • Interviste rilasciate dall’Ufficio di Presidenza alle Televisioni e ai giornali locali;
  • Installazione di un gazebo nelle piazze centrali di Campobasso, Isernia e Termoli (possibilmente la domenica mattina)
  • Incontro/seminario conclusivo in un cantiere edile con la presenza di  l’INAIL, Ufficio del Lavoro, ANCE Molise, e parti sociali nazionali  Formedil e Cncpt Nazionali.

[highlight]Domenica 3 aprile in piazza con gli edili; dalle 10:00 alle 13:00 in Piazza Vittorio Emanuele II a Campobasso e dalle 17:00 alle 20:00 in Piazza Monumento a Temoli .[/highlight]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: