Richiesta di ossigeno al 112, provvidenziale intervento dei Carabinieri

«Pronto Carabinieri? Mia madre 83enne sta male, non riesce a respirare». Questa la chiamata con voce preoccupata pervenuta alle ore 4.45 di questa mattina agli operatori di turno della Centrale Operativa dei Carabinieri di Campobasso.

Immediatamente i militari si sono messi all’opera e, dopo numerosi tentativi, individuata la farmacia di turno con disponibilità di bombole d’ossigeno, hanno attivato una pattuglia della Sezione Radiomobile della Compagnia di Campobasso che, portatasi tempestivamente presso la farmacia sita in piazza Pepe di Campobasso, recuperavano il presidio sanitario, consegnandolo poi direttamente al figlio dell’anziana richiedente.

Un soccorso che ha permesso di fronteggiare tempestivamente l’emergenza consentendo ad una donna allettata, per cui l’ossigenoterapia è di vitale importanza, di poter continuare le cure mediche senza ritardi in modo da non compromettere il proprio stato di salute.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: