Provincia, Cefaratti: “I fondi per la Metropolitana leggera destiniamoli al ripristino della viabilità provinciale e montana”

Il Presidente del Consiglio Provinciale di Campobasso, Gianluca Cefaratti, ha presentato un invito scritto indirizzato alla Regione Molise affinché riservi le risorse previste per la realizzazione della Metropolitana Leggera alle strade provinciali e di bonifica montana. Ecco il testo integrale dell’invito.

[divider]

Gianluca Cefaratti
Gianluca Cefaratti

Premesso

  • che la Legge 7 aprile 2014, n° 56 ha modificato il sistema di governo di area vasta con l’Istituzione delle Città metropolitane e la trasformazione delle Province;
  • che le Province anche nella nuova veste di Ente di secondo livello conservano un ruolo istituzionale fondamentale sul territorio e dovranno continuare ad esercitare, tra le altre, le funzioni relative a:
  1. pianificazione territoriale provinciale di coordinamento….. omissis
  2. pianificazione dei servizi di trasporto in ambito provinciale, autorizzazione e controllo in materia di trasporto privato, in coerenza con la programmazione regionale, nonché costruzione e gestione delle strade provinciali e regolazione della circolazione stradale ad essa inerente
  • che la Legge Regionale 26 agosto 2002 n° 20 “Interventi a favore della viabilità rurale” che prevederebbe un contributo annuo pari a € 400,00 per chilometro per la manutenzione delle strada di bonifica montana non è, di fatto, più finanziata dalla Regione Molise dall’anno 2011;
  • che con Legge Regionale 24 marzo 2011 n° 6, la Regione Molise ha provveduto alla soppressione delle Comunità Montane e che le stesse, nonostante il lungo lasso di tempo intercorso, sono ancora gestite da Commissari Liquidatori che ne stanno decretando l’estinzione;
  • che le Strade di Bonifica Montana dell’intero territorio regionale sono state di fatto lasciate nell’incuria generale non avendo provveduto la Regione Molise alla riclassificazione delle stesse e quindi alla individuazione del soggetto gestore a seguito della soppressione di gran parte delle Comunità Montane molisane e nonostante alcune di esse rappresentino, di fatto, importanti e strategici assi viari a servizio del territorio e dei cittadini che le percorrono;

Evidenziato

  • che la “Legge Delrio” prima e la Legge n° 190/2014 (Legge di Stabilità 2015) poi impongono alle Province di tagliare i costi della dotazione organica anche per settori strategici e fondamentali, rimasti di competenza provinciale, quali quelli della viabilità e edilizia scolastica;
  • che i tagli previsti dalla cosiddetta “spending review”, dal Decreto Legge 66/2014, convertito in Legge n° 89/2014, a cui si devono aggiungere ulteriori prelievi che saranno effettuati dallo Stato, dalle casse delle Province, di 1 miliardo di €uro nel 2015, 2 miliardi di €uro nel 2016 e 3 miliardi di €uro nel 2016, rendono di fatto impossibile la allocazione nel Bilancio di Previsione della Provincia di Campobasso di eventuali risorse proprie per la manutenzione sia ordinaria e a maggior ragione per quella straordinaria delle strade di competenza;

Visti

  • gli eventi metereologici degli ultimi mesi che hanno ancor più messo a nudo le innumerevoli criticità di un territorio fragilissimo dal punto di vista idrogeologico;
  • lo stato in cui versano chilometri e chilometri di strade provinciali, la cui viabilità è interessata da centinaia di movimenti franosi che hanno reso le stesse sostanzialmente impercorribili;
  • i numerosi provvedimenti amministrativi con i quali decine di tratti di Strade Provinciali sono stati necessariamente chiusi al transito al fine di garantire la pubblica e privata incolumità;
  • gli sforzi che giornalmente i tecnici, e tutto il personale del Servizio Viabilità della Provincia di Campobasso, pongono in essere per porre rimedio ad una situazione che diventa di ora in ora sempre più critica, e che purtroppo sono puntualmente vanificati dalla mancanza di risorse economiche, invece indispensabili, all’allestimento della segnaletica necessaria ad indicare adeguatamente lo stato di estrema criticità;

Considerato che

  • sia nel Piano Territoriale di Coordinamento Provinciale (PTCP) sia nel Piano Strategico Provinciale (PSP). approvati dall’Amministrazione Provinciale di Campobasso nel corso della precedente consiliatura, non si fa riferimento alcuno sulla reale utilità, rispetto ad un ipotetico potenziamento del sistema infrastrutturale e di mobilità del nostro territorio (nell’ambito della programmazione strategica di area vasta) circa la realizzazione della Metropolitana Leggera Bojano-Matrice.
  • ad oggi i riscontri sul territorio e nel partenariato sociale, circa l’eventuale realizzazione della Metropolitana Leggera, non hanno trovato praticamente nessuna forma di condivisione positiva stante, evidentemente, le considerazioni sulla reale utilità dell’opera;

con il presente atto il Consiglio Provinciale

IMPEGNA

  • il Presidente della Giunta Provinciale a porre in essere ogni azione utile, nei confronti del Presidente della Giunta della Regione, dell’Assessore ai Lavori Pubblici e dell’intera Giunta regionale, volta a destinare i fondi già stanziati nel PAR Molise 2007/2013 – Fondo per lo Sviluppo e la Coesione – Linea di intervento II. A – “Accessibilità Materiale” – Azione A.1 “Interventi strategici per la mobilità” a favore della cosiddetta Metropolitana Leggera – 1° Lotto Matrice-Bojano – Soggetto Attuatore RFI per un importo pari a € 23.500.000,00 e per la progettazione preliminare della Metropolitana Leggera – II lotto Bojano-Isernia – Soggetto Attuatore Regione Molise per un importo pari a € 425.000,00 a favore di Interventi Straordinari per le Strade Provinciali e di Bonifica Montana individuando quali Soggetti Attuatori le Amministrazioni Provinciali di Campobasso e Isernia;
  • il Presidente e gli Assessori della Giunta Provinciale e ciascun Consigliere Provinciale a far adottare analogo atto, da trasmettere successivamente al Presidente della Giunta Regionale, dalle 84 Amministrazioni Comunali della provincia di Campobasso, dalla Amministrazione Provinciale di Isernia e dai 52 Consigli Comunali della Provincia di Isernia;
  • il Presidente e gli Assessori della Giunta Provinciale e ciascun Consigliere Provinciale a sensibilizzare in merito i Consiglieri regionali invitandoli a portare all’attenzione del Consiglio Regionale la drammatica situazione in cui versano le Strade Provinciale e di Bonifica Montana;
  • il Presidente e la Giunta a prendere atto della mozione e a trasformarla in un Atto di impegno e di indirizzo della Giunta provinciale;
  • il Presidente della Giunta Provinciale a trasmettere copia del presente atto alle Prefetture di Campobasso e Isernia per poter condividere con esse nuovi percorsi finalizzati all’individuazione di ulteriori fonti di finanziamento per il superamento delle criticità presenti lungo le strade provinciali e di bonifica montana.

Gianluca Cefaratti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: