Prima trasferta stagionale per la Magnolia: a Civitanova Marche è di scena “la classica” del girone

La prima trasferta stagionale (domenica, palla a due ore 18) con l’obiettivo di dare continuità all’affermazione ottenuta all’esordio contro il San Giovanni Valdarno. Forte del sostegno di tanti i fedelissimi al seguito La Molisana Magnolia Campobasso viaggia alla volta di Civitanova Marche. «Certamente è diventata un’avversaria ‘storica’ – riconosce alla vigilia coach Sabatelli – anche se, rispetto al passato, ha caratteristiche differenti. Parliamo di una squadra che ha perso delle giocatrici importanti del proprio roster, ma capace in casa di ottenere risultati di rilievo, motivo in più per non sottovalutarle e tenerle bene sott’occhio».

Del resto, come aveva sottolineato lo stesso trainer delle magnolie al termine della gara contro San Giovanni Valdarno, contro le indiziate ad un torneo di vertice tutte le avversarie sono pronte a raddoppiare i propri sforzi, disputando la ‘gara della vita’. «Contro noi, San Giovanni Valdarno, ma penso anche a Faenza e La Spezia ad esempio, tutte le antagoniste danno il massimo, aumentando l’attenzione. Da parte nostra, contro di loro, proveremo a migliorare quegli aspetti difensivi che non sono stati ottimali in occasione dell’esordio e su cui abbiamo lavorato con forza negli ultimi giorni. Siamo consapevoli di dover crescere ulteriormente in difesa, nella consapevolezza comunque che Civitanova Marche esprime, nel complesso, valori differenti rispetto a chi abbiamo già trovato sulla nostra strada».

Da parte loro i #fioridacciaio hanno lavorato sodo in questi giorni in quella che lo stesso coach Sabatelli definisce «una settimana intensa con un lavoro continuo. Com’è naturale che sia in questi casi, abbiamo dovuto convivere anche con qualche fastidio fisico tenuto sotto controllo. Nel complesso abbiamo dato vita ad un ciclo positivo di sedute, tanto più per la serenità figlia dell’affermazione all’esordio».

Progressivamente ha aumentato la quantità di esercizi con le compagne anche l’esterna statunitense Camille Giardina, che ha contemporaneamente portato avanti con efficacia il proprio programma di lavoro differenziato. «Se tutti i riscontri saranno positivi – spiega ancora coach Sabatelli – dalla prossima settimana aumenterà le fasi di allenamento con le compagne, fermo restando il proprio programma di reinserimento graduale». L’attualità del momento, però, porta a concentrarsi con forza su Civitanova Marche, formazione che ha perso quattro cardini dello scorso roster. L’arrivo di Giulia Sorrentino, il ritorno di Giulia Gombac e la valorizzazione dei prospetti del vivaio rappresentano la novità in casa delle momò. «Senz’altro hanno vissuto una sorta di rivoluzione – riconosce coach Sabatelli – ma l’entusiasmo delle giovani farà sì che saranno pronte e proveranno a giocarsela sino in fondo, cercando di metterci i bastoni tra le ruote». Motivo in più per seguire quello che è un piano partita dalle caratteristiche ben precise. «Dovremo fare noi la contesa, impostando il nostro ritmo – termina – e sfruttando le nostre caratteristiche. L’avere quattro elementi in doppia cifra ha rappresentato uno degli aspetti che più mi ha soddisfatto all’esordio, il che vuol dire acquisire l’opportunità in attacco di poter sfruttare diverse opzioni. Ed è appunto su questo e sul concretizzare i vantaggi che riusciremo a costruire offensivamente che si intreccerà la linea d’azione alla base di questa gara».

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: