Ortis: «Approvata manovra senza precedenti»

«Nell’anno più difficile dal secondo dopoguerra, che finalmente volge al termine, il Senato ha approvato ieri (giovedì 30, ndr.) la Manovra, un’autentica scommessa anti crisi, con la quale abbiamo aggiunto altri 40 miliardi di euro allo sforzo economico senza precedenti sostenuto a partire da marzo».

Questo il commento del portavoce al Senato del MoVimento 5 Stelle, Fabrizio Ortis, dopo il voto di ieri in aula con il quale la Legge di Bilancio è stata approvata definitivamente. Si tratta di una Manovra che contiene misure legate all’emergenza – come la proroga della Cassa integrazione per l’emergenza Covid di altre 12 settimane – ma che agisce anche sul fronte della modernizzazione del Paese, grazie agli investimenti finanziati dal Recovery Fund e a misure ambiziose come la decontribuzione integrale (al 100 per cento) per chi assume donne disoccupate al Sud, donne disoccupate da almeno 24 mesi nel resto d’Italia e giovani under 35.

«Abbiamo previsto incentivi più alti, veloci e duraturi e garantito liquidità alle imprese – ha spiegato il senatore – con l’obiettivo di non far pesare il prolungarsi della pandemia su chi lavora e chi dà lavoro. Il Molise, in particolare, potrà beneficiare della proroga della decontribuzione previdenziale e assistenziale al 30 per cento per il Sud: un taglio inserito nel Decreto Agosto per dare sostegno alle imprese delle aree più svantaggiate del Paese dal punto di vista economico, che trova giustamente spazio nella Legge di Bilancio, con il quale riduciamo il costo del lavoro e sosteniamo l’occupazione».

Ortis sottolinea anche altri provvedimenti contenuti all’interno: come lo storico assegno unico alle famiglie finanziato con 3 miliardi di euro con il quale, a partire da luglio, ci sarà un assegno per ogni figlio a carico fino a 18 anni. Il pacchetto è il primo passo del Family Act, la riforma già approvata alla Camera. Viene poi rifinanziato il bonus bebè per tutti i nati nel 2021, ma arrivano anche il congedo di paternità obbligatorio allungato da 7 a 10 giorni e un fondo da 50 milioni di euro per le aziende che aiutano il rientro al lavoro delle neomamme. Ci sono poi la proroga del Superbonus al 110% per tutto il 2022, il fondo da 1 miliardo di euro che apre la strada al finanziamento di un “anno bianco” fiscale per autonomi e partite Iva, ovvero all’esonero dai minimi contributivi per partire Iva, professionisti e autonomi colpiti dalla pandemia. Da ultimo, ma non per importanza, “Transizione 4.0”, il credito d’imposta per chi investe in beni strumentali nuovi. Un grande piano che comprende, tra l’altro, beni materiali e immateriali 4.0, la formazione 4.0 di dipendenti e imprenditori, punta su ricerca e sviluppo, innovazione, design, ideazione estetica e green economy. «Siamo stati e continueremo a essere vicini ai tanti cittadini in difficoltà – conclude il senatore – Questa maggioranza ha iniettato nell’economia oltre 140 miliardi di euro, ed è probabile un nuovo scostamento di bilancio all’inizio del 2021 per dare continuità al fondo perduto per le imprese. Sosteniamo famiglie, imprese e lavoratori secondo necessità e cercando di non lasciare solo nessuno. La strada da percorrere è ancora lunga ma dobbiamo crederci, perché insieme possiamo farcela. Facciamoci tutti gli auguri per un buon anno nuovo!».

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: