Nicola Messere: «Dopo le primarie a lavoro per il rilancio del Pd: maggior presenza sul territorio e meno litigiosità componenti essenziali»

«Le primarie del Partito Democratico, in barba a quanti ci davano per seppelliti, sono state una grande espressione di partecipazione democratica». Lo afferma Nicola Messere già componente dell’Assemblea Nazionale uscente. «Ho sostenuto convintamente Maurizio Martina ma ora tutti dobbiamo essere a disposizione e lavorare per l’unità del partito. Un partito unito, che rafforzi la propria leadership, che non guardi al passato ma sia inclusivo e radicale. Credo che il risultato con cui ha vinto Nicola Zingaretti, oltre a non lasciare dubbi, consacra il ruolo indiscusso della sua leadership a cui è affidato il pallino per dettare la nuova linea da PD.

In Molise abbiamo votato anche per eleggere il segretario regionale, il nostro capo gruppo in consiglio regionale Vittorino Facciolla ha vinto con un ampio consenso, a lui e tutti gli eletti in assemblea regionale, alla futura direzione e alla nuova segreteria che sarà nominata va tutto il mio auguro di buon lavoro e ovviamente il sostegno incondizionato. Sono stato onorato di essere stato uno dei componenti della scorsa Assemblea Nazionale, nel complimentarmi con i nuovi eletti molisani Carlo Veneziale, Bibiana Cicerchia, Laura Venittelli e Luciano Sposato per la loro elezione, voglio augurare loro un sentito buon lavoro. Il rilancio del Partito Democratico – conclude Messere – a mio modesto parere, passa per un potenziamento dell’organizzazione del partito, la costruzione di una rinnovata agenda politica condivisa e non litigiosa, un maggiore contatto tra partito ed eletti e per una radicata presenza territoriale».

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: