Morti bianche, presa di posizione di Confintesa Metalmeccanici

Nel 2019 le morti sul lavoro, in tutto il Paese, sono in costante e preoccupante aumento. Ultimo il caso di un operaio 43enne di Bojano (CB), dipendente dell’azienda Bernardo Marmi, rimasto schiacciato mentre trasportava una lastra.

«Purtroppo il fenomeno delle morti bianche è una realtà con cui gli operai italiani devono fare i conti quotidianamente – ha detto Giustino D’Uva, segretario generale dei Metalmeccanici di Confintesa – nella giornata di ieri una tragedia sul lavoro ha colpito anche il Molise, per questo esprimiamo il nostro più sentito cordoglio ed esprimiamo solidarietà alla famiglia ed ai colleghi della vittima. Le ragioni dell’aumento degli incidenti mortali sono ormai note: turni massacranti, carenze nei dispositivi e nelle procedure di sicurezza, scarsa formazione in materia e totale assenza di controllo da parte degli enti preposti. Per queste ragioni – ha concluso D’Uva – porteremo avanti, in Molise come in tutta Italia, una serie di iniziative volte a promuovere la cultura della sicurezza in azienda, della consapevolezza e del rispetto delle norme, affinché l’incolumità degli operai, spesso subordinata alle ragioni del profitto, torni ad essere il valore preminente».

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: