Mirko Cudini e il Campobasso si separano, a luglio i Lupi avranno una nuova guida tecnica

La notizia circolava negli ambienti già da qualche giorno ma, probabilmente, più di qualcuno anche tra gli addetti ai lavori sognava una marcia indietro da parte o della società o del mister e del suo staff. Ed invece la conferenza stampa di stamane ha confermato quello che tutti più o meno sapevano già da un po’: Mirko Cudini non sarà l’allenatore del Campobasso per la prossima stagione e con lui tutto lo staff tecnico.

«Le strade tra noi ed il mister Cudini si separano. – ha esordito subito patron Gesuè – Il Campobasso di oggi esiste perché lui ha fatto qualcosa di incredibile e straordinario. Una separazione per nulla traumatica o nervosa ma nel calcio, come nella vita, i percorsi iniziano e finiscono. Abbiamo iniziato conoscendoci attraverso il direttore De Angelis, ci lasciamo da amici, da uomini che hanno lottato per la stessa squadra e vinto per la stessa squadra. Noi abbiamo un modo di fare azienda molto particolare: chi entra nella squadra entra nella famiglia e così è stato per Cudini ed il suo staff. Lo ringrazio per quanto fatto per me, per Campobasso e per la regione e sono convinto che si parlerà di lui nei prossimi anni dicendo che la parte bella della sua carriera è iniziata a Selvapiana, con me e De Angelis che lo hanno voluto, protetto e visto vincere…».

«Questa è l’ultima conferenza stampa, la più dolorosa ma anche la più importante. – ha detto subito dopo Cudini con un pizzico di commozione mentre poco più in là il Ds De Angelis scoppiava in lacrime – Tre anni vissuti a Campobasso per me e lo staff importanti, al di là del risultato raggiunto insieme alla società e ai tifosi. A volte bisogna fare delle scelte nella vita, la nostra è dettata da tanti fattori: stimoli, ambizioni, situazioni da migliorare. I rapporti col presidente sono ottimi, non sempre è così. Non ci sono situazioni di mezzo, squadre di mezzo, ad oggi non ci sono alternative e vedremo quello che riserverà il futuro. Vado via col sorriso, con grossa gioia e soddisfazione per il percorso fatto. Fa parte del calcio e della vita, bisogna fare scelte a volte dolorose ma bisogna farle. Lasciamo una mentalità ottima, – chiude Cudini nel suo primo intervento prima di rispondere alle domande dei giornalisti – una buona base per continuare. Chiunque arriverà troverà un gruppo di ottime qualità, costruito pezzo pezzo da noi e ne siamo orgogliosi. Spiace lasciare in un momento dove si può ancora migliorare ma questo è il presente».

Conferenza stampa addio Mirko Cudini e io suo staff

No Description

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: