M’illumino di scuola, a Termoli la fiaccolata contro il Ddl in discussione al Senato

fiaccolata6Si è tenuta ieri sera l’annunciata fiaccolata organizzata spontaneamente da docenti, personale ATA, genitori e studenti per protestare contro il Ddl sulla scuola che è in discussione al Senato e del quale si chiedono radicali modifiche. L’accensione di torce e candele ha reso la manifestazione particolarmente suggestiva ed ha illuminato le strade del centro cittadino.

Dietro allo striscione M’illumino di scuola sono sfilate oltre 300 persone che con torce, candele e luminarie hanno attraversato il Corso nazionale, scandendo slogan a difesa della scuola pubblica,  contro i provvedimmenti in discussione in Parlamento che vogliono ulteriormente mortificarla ed umiliarla. In tanti hanno portato cartelli nei quali venivano esplicitate le ragioni della protesta, con frasi, slogan e foto che richiamavano alla necessità di valorizzare il lavoro che si fa a scuola e non di penalizzarlo con scelte che, se attuate, affosseranno l’autonomia scolastica e  la libertà d’insegnamento, rendendo la scuola più povera e diseguale. I partecipanti al corteo hanno chiesto di investire nella scuola pubblica con risorse nuove, con organici  adeguati e con la restituzione agli studenti del tempo scuola, drasticamente ridotto in questi anni. La  fiaccolata partita dal Corso Nazionale (Piazza Monumento) si è conclusa sotto le mura del Castello, sulla spiaggia,   dove sono state accese delle lanterne che, lasciate librare in aria, hanno illuminato la notte ed hanno portato un messaggio forte e chiaro: la scuola pubblica non si arrende e continuerà a battersi contro le sciagurate politiche del governo che la vogliono trasformare in modo autoritario ed individualista. La mobilitazione continuerà a partire dallo sciopero degli scrutini.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: