Maxi sequestro di ostriche, Roan in azione nella notte al porto di Termoli

Nell’ambito di un articolato e vasto piano d’intervento del Reparto Operativo Aeronavale di Termoli in materia di osservanza della legislazione comunitaria inerente la commercializzazione e la tracciabilità dei prodotti ittici, i militari della Stazione Navale svolgono una costante e continua attività di riscontro degli obblighi previsti dalle predette norme nei confronti degli operatori del settore, all’interno e all’esterno dei comprensori portuali compresi lungo la fascia costiera molisana.

Nel corso della nottata, durante un controllo effettuato nelle aree portuali della città di Termoli agli automezzi deputati al trasporto di pesce venivano rinvenuti a bordo di uno di questi, quaranta colli di ostriche per un peso complessivo di 2 quintali, prive della prevista certificazione attestante la provenienza, la denominazione, il metodo di produzione e la zona di cattura, in violazione alle norme sanitarie sull’etichettatura del pescato.

Per la violazione accertata, il responsabile trasportatore veniva sanzionato amministrativamente ed i generi sottoposti a sequestro. Sono in corso le dovute indagini per verificare la filiera interessata alla commercializzazione dei prodotti sequestrati, al fine di rilevare ulteriori violazioni anche di carattere tributario. L’attività posta in essere riveste una particolare importanza volta per di più alla tutela e alla salvaguardia della salute pubblica, considerato che simili frodi sono spesso motivo di conseguenze peggiori per il consumatore finale.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: