Magnolia, trasferta insidiosa a Costa Masnaga nella seconda di campionato

Da un’avversaria storicamente indigesta ad un’altra. Il calendario della sua seconda esperienza nella Techfind Serie A1 continua a consegnare incroci particolarmente complicati per La Molisana Magnolia Campobasso, che prosegue nel suo percorso di impegni lontano dai propri aficionados all’Arena: l’impianto di casa, infatti potrà riabbracciare le proprie beniamine solo il prossimo 24 ottobre. Nella circostanza, per la seconda giornata di campionato, i #fioridacciaio saranno ospiti delle ‘pantere’ di Costa Masnaga con palla a due domani sera (10 ottobre) alle ore 18.

Dalla loro, le campobassane hanno subito messo da parte l’entusiasmo per l’exploit contro Empoli all’esordio nell’Opening Day di Moncalieri, un’affermazione figlia di un netto parziale di 21-0 nel secondo quarto. «Quel referto rosa – spiega il coach rossoblù Mimmo Sabatelli – è finito subito nel cassetto dei ricordi già da martedì mattina perché era necessario concentrarci su un’altra gara molto delicata, contro un’avversaria capace, in queste stagioni, di dimostrare sempre appieno il proprio valore, soprattutto in casa, dove riescono a dar vita ad una pallacanestro di rilievo e all’insegna della velocità. Si tratta di un’antagonista in grado di creare tanti grattacapi, ma, da parte nostra, proveremo a metterle in difficoltà, puntando a dar vita ad una filosofia cestistica differente».

Per farlo, le magnolie partono da una condizione fisica «buona che ci ha permesso di lavorare bene nella fase d’avvicinamento a questo confronto». Un percorso in cui tra le priorità c’è stata quella «di integrare il più possibile Reshanda Gray (la pivot ultimo ingresso nel roster campobassano, ndr) nei nostri meccanismi per quello che è un processo che richiederà comunque del lavoro perché rappresenta l’inserimento in un gruppo che è mutato rispetto alla scorsa stagione e che sta comunque man mano trovando i propri equilibri. L’integrazione è continua e siamo sereni per quanto stiamo facendo e per quanto potremo ancora fare».

Sull’altro fronte, le campobassane troveranno una squadra dall’età media molto giovane che ha nelle gemelle Villa (in particolare la play Matilde) due riferimenti del florido vivaio alle spalle della prima squadra guidata dal riconfermato coach Seletti. Laura Sperafico (data in forse in vista della contesa) è la senatrice di un gruppo che ha confermato nello spot di straniera l’ala-pivot lussemburghese Jablonowski, cui ha aggiunto, sempre sotto le plance, le statunitensi Jackson e Vaughn.

«Senz’altro, Villa è un fattore assoluto nell’economia del loro gioco – riconosce il trainer campobassano – che si giova, tra l’altro, dell’equilibrio fornito da Spreafico, che non sappiamo se sarà della contesa. Senz’altro, la base particolarmente giovane del loro roster fa sì che Costa Masnaga sia una formazione che fa dell’intensità, della velocità del ritmo e del contropiede la propria cifra stilistica. Fondamentale sarà cercare di mettere qualche granellino di sabbia nei loro ingranaggi per provare a sfruttare le nostre armi ed è su questo che abbiamo lavorato sodo in settimana».

Magnolie e pantere si erano già affrontate in precampionato sempre sul parquet dell’impianto delle lombarde – era il 19 settembre e le lombarde si imposero per 77-62 – in occasione della finale del memorial ‘Teli’, il quadrangolare con al via anche il Moncalieri di A1 e la Cestistica Spezzina di A2. «Senz’altro, rispetto a quella circostanza, ci sono state delle variazioni. Di fatto, però, Costa Masnaga dalla sua ha uno zoccolo duro che gioca assieme già da qualche stagione ed ha quindi pienamente consolidati sia un proprio vissuto che delle dinamiche interne ben precise. Peraltro, il loro impianto è anche particolare e consente loro di esaltarsi ulteriormente. Da parte nostra, sarà determinante restare concentrate e rispettare appieno il piano partita. Questa, così come Empoli e al pari di tutte le altre gare di questo torneo a partire dalle prossime a Bologna ed in casa con Sassari, è una gara intricata. In tal senso, dovremo concentrarci su un confronto alla volta. Per ora tutte le attenzioni saranno su Costa Masnaga e, da martedì, ci proietteremo sulla trasferta felsinea al PalaDozza sul parquet della Virtus».

Nello specifico, priorità assoluta nel canovaccio tattico della contesa per le magnolie sarà «non farsi prendere dalla fretta – chiosa coach Sabatelli – e giocare ai ritmi a loro più congeniali. Dovremo giocare d’insieme ed avere pazienza, solo così potremo provare a creare loro delle difficoltà». Con live streaming sul portale lbftv.it riservato ai soli abbonati, Costa Masnaga-La Molisana Magnolia Campobasso avrà quale terna arbitrale designata quella composta dal fischietto pugliese Pasquale Pecorella di Trani, dal pontino Lorenzo Lupelli da Aprilia e dalla bolzanina Alexa Castellaneta.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: