L’assessore Colagiovanni interviene sulle critiche mosse dal Polo Civico su Vivi la tua Città

Salvatore ColagiovanniIn replica alle critiche piovute stamane in conferenza stampa dal Polo Civico sulla manifestazione Vivi la tua Città del 15 novembre scorso, l’assessore Salvatore Colagiovanni ha inteso fare alcune precisazioni.

“Ho appreso dagli organi di informazione della conferenza stampa del Polo Civico e che durante la stessa i consiglieri comunali di minoranza hanno criticato l’operato di ‘Vivi la tua Città’. Il successo della manifestazione ‘Vivi la tua Città nel Centro Storico’ – dichiara l’assessore è ancora sotto gli occhi di tutti, come testimoniato da più parti già dalla serata di sabato. L’amministrazione comunale, per la seconda volta in cinquanta giorni, non ha avuto costi, riuscendo a offrire un altro evento di medio-alta qualità. La città e i suoi abitanti hanno tanti problemi ed eventi di questo tipo servono, anche e soprattutto, per far rilassare e divertire i cittadini, che hanno dimostrato di volerla vivere la nostra città. Oggi, solo per citare un esempio, sono stato da un imprenditore locale, che mi ha proposto di organizzare una volta al mese eventi come quelli del 27 settembre e del 15 novembre, perché il commercio è in crisi e queste manifestazioni, secondo il parere di un esperto, possono dare un aiuto.

Ho letto che è stato evidenziato come sulla delibera con la quale si è autorizzata la manifestazione ci siano le firme di soli tre assessori, mancando le sottoscrizioni di Emma de Capoa, Bibiana Chierchia e Alessandra Salvatore. E’ vero, ma la loro assenza da quella Giunta comunale risiede in impegni personali e professionali, che hanno impedito ai tre assessori di essere presenti. A testimonianza della loro condivisione all’evento sottolineo: la collega de Capoa ha partecipato attivamente alla presentazione di ‘Vivi la tua Città nel Centro Storico’ lo scorso 8 novembre; mentre, le colleghe Chierchia e Salvatore hanno preso parte alla cerimonia di inaugurazione, intervenendo nel corso della stessa, prendendo parte al taglio del nastro e trascorrendo gran parte della serata con il sottoscritto e con il sindaco Battista tra i vicoli del borgo antico. Altro rimprovero è quello che non avrei fatto passare la proposta dell’evento nella preposta commissione: non c’erano i tempi per farlo. Si sarebbe rischiato di non fare in tempo a organizzarlo.

Io ritengo che di fronte a una bella manifestazione non si può che condividere l’idea, come farei io se dalla minoranza arrivasse qualcosa di propositivo e costruttivo. Non nego che se dovesse giungermi dalle minoranze un’idea per un altro evento, non esiterei a condividerlo con loro”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: