La protesta delle carceri arriva anche a Campobasso: materassi bruciati e tensione per un paio d’ore, poi tutto rientra

E’ durata un paio d’ore la protesta dei detenuti del carcere di Campobasso che, intorno alle 10 di stamane, hanno dato fuoco ad alcuni materassi mettendo in moto la macchina dell’ordine pubblico con i relativi protocolli previsti in questi casi.

Una colonna di fumo nero si notava anche in periferia, guardando verso il centro città, dov’è posizionata la casa di reclusione. Immediato l’intervento dei Vigili del Fuoco che hanno provveduto allo spegnimento delle fiamme. Da lì l’attesa delle forze dell’ordine fuori ai cancelli a presidiare via Cavour, completamente chiusa al traffico dall’intersezione con via Gazzani. Il motivo della rivolta sembrerebbe lo stesso di quelle di ieri un po’ in tutte le carceri d’Italia: le restrizioni dovute al coronavirus e, a quanto pare, anche il paventato trasferimento nel carcere del capoluogo di numerosi detenuti in quello di Modena.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: