Intitolazione stadio, la famiglia Scorrano chiede rispetto per il simbolo del calcio cittadino

La famiglia Scorrano ha inviato una nota alla stampa in risposta alle accuse dell’avv. Pistilli Sapio pubblicate su un quotidiano locale online relativamente alla paventata intitolazione dello stadio al compianto Michele anziché a Giovanni Romagnoli.

In merito all’ articolo dell’avvocato Alberto Pistilli Sipio […] ci sentiamo in dovere di precisare, senza scadere in futili ed inopportune polemiche, che la famiglia Scorrano non ha mai richiesto o preteso l’intitolazione dello Stadio comunale di Campobasso.

Rammaricati per un inadeguato confronto, palesato nell’articolo, tra due uomini vissuti in epoche diverse e divenuti dei Simboli in contesti antitetici, ci vediamo costretti, dopo quasi otto anni di silenzio, a chiedere, anzi a pretendere, rispetto per la memoria di Michele Scorrano e per ciò che ha rappresentato e ancora rappresenta per molti ragazzi, per la storia del Campobasso Calcio e della regione Molise. Cogliamo l’occasione per ringraziare chi ha stimato “ IL” Capitano e compreso il valore di ciò che è stata la sua vita a prescindere dalla intitolazione di uno stadio.

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: