Intitolato a Tecla il nuovo parco giochi in Piazza della Libertà

“Il magico mondo di Tecla” intitolato ad una bimba di Montenero scomparsa a causa di un incidente, è il nuovo parco giochi allestito nella villa comunale in Piazza della Libertà – zona Belvedere – a Montenero di Bisaccia. La cerimonia di inaugurazione ha visto, nella mattinata di ieri, la partecipazione delle scolaresche della scuola primaria d’infanzia e del primo ciclo dell’Istituto Omnicomprensivo di Montenero. Sostenuti dalla Dirigente scolastica prof.ssa Anna Ciampa e dalle loro insegnanti, i bambini sono stati i diretti fruitori dell’area ludica riqualificata grazie ad un progetto condiviso, avviato lo scorso anno e portato a compimento dall’Amministrazione comunale.

Noi adulti – ha sottolineato la preside Ciampa – abbiamo il dovere morale di prenderci cura dei bambini, di conservare il loro sorriso, di creare per loro un mondo migliore così come citano le indicazioni Nazionali per l’infanzia”. Perciò, una comunità che mette alla luce l’attenzione ai bambini, vuol dire farli crescere far crescere una comunità e creare spazi inclusivi di socializzazione. L’educazione, infatti, è una “realtà in movimento” che porta alla crescita e alla maturazione a partire dalla scuola sino alle attività ludiche negli spazi comuni di una piccola realtà comunale. Trovarsi insieme e ritrovare uno spazio comune di socializzazione – è stato detto durante l’inaugurazione – è uno degli obiettivi principali per favorire il dinamismo sociale e la crescita di una comunità che vive e soffre lo spopolamento a causa della denatalità, come sostengono i demografi . Trovarsi insieme e avere il coraggio di investire sui bambini vuol dire far ripartire il disegno sociale di una piccola realtà sociale soprattutto laddove i piccoli comuni del Molise soffrono lo spopolamento a causa della decrescita demografica e della migrazione. L’arte della crescita che passa attraverso il gioco in spazi comuni, dunque, favorisce quella realtà dinamica dello sviluppo della persona umana nella sua dimensione individuale e sociale. La cerimonia di inaugurazione è stata presieduta dal sindaco Nicola Travaglini, dagli assessori Contucci e D’Ascenzo, da tecnici e operai comunali, dai i rappresentanti della ditta che ha realizzato la riqualificazione, dal parroco don Stefano Rossi e da alcuni cittadini.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: