Il neo assessore Carlo Veneziale incontra la segreteria Pd: crisi, edilizia e sviluppo gli impegni assunti

veneziale-segreteria2Lo sviluppo del territorio è uno dei punti al centro dell’agenda decisionale regionale. Per questo motivo la segreteria regionale PD ha insistito molto nei mesi scorsi perché il Presidente Frattura nominasse l’assessore al ramo.

Scegliendo Carlo Veneziale, il Presidente ha accolto in pieno le indicazioni della segreteria e dell’assemblea regionale – ricorda il segretario del Pd Micaela Fanelli. Ci è sembrato giusto e anche doveroso che il nuovo assessore incontrasse, come primo appuntamento, proprio la segreteria regionale”. L’incontro è avvenuto ieri pomeriggio, nella sede del PD a Campobasso e si è aperto con i ringraziamenti che il neo-assessore regionale ha rivolto alla segreteria per l’intelligenza mostrata nel superamento delle posizioni congressuali. “Si è trattato di un incontro politico e operativo – spiega Fanelli. A Veneziale abbiamo infatti chiesto impegni precisi per rilanciare il territorio.

L’ambito della sua attività è piuttosto vasto, va dallo sviluppo economico all’internazionalizzazione al marketing territoriale, dunque gli abbiamo sollecitato in particolare il varo dei bandi per l’occupazione e le imprese, la questione dei 25 milioni di euro da destinare a ricerca e innovazione e soprattutto un impegno speciale per l’attivazione dell’area di crisi entro la primavera, con il potenziamento dei raccordi tra cabina di regia e territorio che è davvero lo strumento in grado di far ripartire l’economia di un territorio troppo penalizzato.Necessario pure un impegno nella promozione di una idea innovativa di Molise all’esterno, impiegando le nuove tecnologie del web-marketing. In agenda anche le questioni della zona franca urbana che riguarda Campobasso. Particolare attenzione va data alla questione della crisi dell’edilizia e di tutto il comparto delle costruzioni. In linea con quanto deciso da segreteria e assemblea regionale, il PD propone una radicale riforma della governance regionale, a cominciare dai consorzi industriali, nell’ottica di una maggiore efficienza dei processi amministrativi e di un contenimento significativo dei costi. Anche questo deve essere un preciso impegno dell’assessore Veneziale. Carlo, che proviene da una lunga militanza nel PD, siamo certi saprà favorire un migliore raccordo tra partito e esecutivo regionale. Il neo-assessore ha assicurato il massimo impegno su tutti i punti sollevati e siamo certi che – conclude Fanelli – ce la metterà tutta. Naturalmente saremo al suo fianco in questa opera difficile ma necessaria per far ripartire il Molise intero“.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: