Il Campobasso dura un tempo, il Matelica strappa un punto a Selvapiana. Arbitraggio insufficiente e assenza di attaccanti fanno il resto (GALLERY)

[box type=”shadow” ]CAMPOBASSO-MATELICA 1-1

Reti: 21’ Pizzutelli, 75’ Massetti.

Campobasso: Natale, Fabriani, Vanzan, Brenci (76’ Giampaolo), Cafiero, Dalmazzi (85’ Pistillo), Bontà, Pizzutelli (65’ Candellori), Njambe, Alessandro (91’ Musetti), Tenkorang. All: Cudini. A disp: Tano, Martino, Agostinelli, Zammarchi, Energe.

Matelica: Bigliardi, Visconti, Di Renzo, Croce (46’ Massetti), Demoleon (62’ Busi), De Santis, Peroni (62’ Valenti), Bordo, Tommasini, Leonetti, Bugaro (71’ Moretti). All: Colavitto. A disp: Amoroso, Pupeschi, De Luca, Barbarossa, Barbetta.

Arbitro: Sig. Marco Russo di Torre Annunziata. Assistenti: Tini Brunozzi di Foligno e Barcherini di Terni.

Note: ammoniti Fabriani, Pizzutelli, Alessandro (C), Peroni, Visconti, Bordi, Massetti (M). Angoli: 3-3. Recupero: 0’pt+5’st. Giornata grigia, terreno in ottime condizioni.[/box]

Un buon Campobasso, che per sessanta minuti ha il pallino del gioco in mano, butta via una vittoria che avrebbe potuto rilanciare la formazione rossoblu nelle parti alte della classifica. La formazione di mister Cudini scende in campo con il giusto piglio e mette subito in difficoltà i marchigiani che, nei primi 8′ di gioco, rischiano di andare sotto per due volte grazie alle conclusioni pericolose di Alessandro e Bontà. Il Campobasso gioca un buon calcio e si rende pericoloso ad ogni disattenzione dei marchigiani, come al 13′ quando Njambe scodella un perfetto cross al centro per Alessandro il quale, a due passi dalla linea di porta, non arriva all’appuntamento con il pallone per una frazione di secondo. Al 17′ su un cross dall’interno dell’area di Alessandro, Visconti colpisce la palla con la mano, ma per il direttore di gara é tutto regolare e fa continuare tra le giuste proteste dei padroni di casa. Il gol, però, é nell’aria. Al 21′ Alessandro pennella un pallone morbido al centro che viene allontanato da Demoleon dalla parti di Pizzutelli il quale, senza pensarci due volte, batte Bigliardi. Il Matelica non riesce a rendersi pericoloso e per annotare la prima azione di marca biancorossa occorre attendere il 31′  quando Bugaro mette al centro un cross pericoloso sul quale, per fortuna dei rossoblu, interviene Fabriani anticipando Leonetti rifugiandosi in calcio d’angolo.

Nella seconda frazione di gioco il Campobasso scende in campo un po’ molle e il Matelica subito va vicino al pareggio con Bugaro che colpisce il montante della porta difesa da Natale con un tiro dal limite dell’area. Il pericolo sveglia i lupi molisani che rispondono immediatamente dopo due giri di lancette; dal limite dell’area Brenci scarica un gran destro che sfiora l’incrocio dei pali. I ritmi iniziano a calare e il Matelica inizia a guadagnare metri nella metà campo rossoblu. Al 75′ Massetti parte in contropiede e fa partire un tiro dai 25 metri che, rimbalzando davanti a Natale, beffa quest’ultimo che non può fare altro che raccogliere la palla in fondo al sacco. Al 77′ i rossoblu protestano per un netto fallo di mani di De Santis che intercetta un cross di Giampaolo destinato ad Alessandro, ma anche questa volta per il direttore di gara l’intervento é da considerare regolare. Questa é anche l’ultima emozione di una partita che il Matelica addormenta accontentandosi di conquistare un punto sull’ostico campo del Campobasso. Al triplice fischio finale delusione per i tifosi del Campobasso che avrebbero voluto l’intera posta in palio per restare in scia delle prime della classe.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: