Governo Draghi, Ortis: «Non convince ma su “Rousseau” ognuno secondo coscienza»

«Rispetteremo la scelta degli iscritti alla piattaforma Rousseau, quale essa sia: perché nel MoVimento 5 Stelle c’è la democrazia più aperta possibile, e dunque starà solo alla nostra gente la decisione finale sull’eventuale sostegno al Governo Draghi».

Lo afferma il portavoce al Senato del MoVimento 5 Stelle, Fabrizio Ortis, dopo la riunione di ieri sera su Zoom aperta agli attivisti della chat di “Amici a 5 Stelle” e a chi ha partecipato agli stati generali del Molise. Tra i portavoce nazionali sono intervenuti anche Danilo Toninelli, Nicola Morra e Paola Taverna, mentre per il Molise c’era la deputata Rosa Alba Testamento.

«Si è trattato di un momento di confronto e un’occasione per rivederci nel difficile periodo che stiamo vivendo come nazione e come MoVimento – ha spiegato il senatore Ortis – a causa della pandemia e della crisi politica. Da parte degli iscritti posso dire che non esiste un pregiudizio ideologico verso un nuovo Governo, ma si preferisce aspettare che il premier in pectore spieghi nel dettaglio cosa intenda fare. Sarà allora che potremo pronunciarci liberamente, come sempre fatto, scegliendo solo nell’interesse dei cittadini.

Personalmente – ha aggiunto Ortis – ho già detto che non posso ritenermi entusiasta di un Governo Draghi, che non rappresenta un esecutivo politico ma tecnico e che viene a essere presentato come un governo istituzionale. La mia convinzione resta quella, ma ciò non toglie che non indicherò affatto come votare agli iscritti: il momento è difficile e tocca decidere secondo coscienza. Ma per farlo – ha concluso – prima aspettiamo Draghi e cerchiamo di capire quello che dovrebbe essere il suo programma, a cominciare dal perimetro delle alleanze».

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: