Finisce 2-2 il recupero con la Recanatese. Il Campobasso regala un tempo ma nella ripresa sfiora il colpaccio

Francesco Di Gennaro, ancora una volta ha realizzato il 2-2 finale
Francesco Di Gennaro, ancora una volta ha realizzato il 2-2 finale

RECANATESE-CAMPOBASSO 2-2

Reti: 5′(rig.) Galli (R), 18′ Gigli (R), 54′ Fazio (CB), 58′ Di Gennaro (CB).

Recanatese: Verdicchio, Candidi, Brugiapaglia (65′ Di Iulio), Scartozzi (81′ Moricone), Patrizi, Comotto, Mosconi, Traini, Galli, Gigli, Marolda (74′ Garcia). All. Amaolo.

Campobasso: Conti, Dragone, Bernardi, Palermo, Scudieri, Minadeo, Cianci (46′ Iovannisci), Fazio, Miani, Todino (72′ Pani), Lazzarini (46′ Di Gennaro). All. Farina.

Arbitro: Campogrande di Roma 1. Assistenti: Carnevale (Frosinone) e Delle Fontane (Ciampino).

Note: espulso al 74′ Gigli (R).

Un altro 2-2, un’altra prestazione tutto cuore del Campobasso che nel recupero della gara contro la Recanatese riesce a conquistare un punto che, dopo la prima frazione di gioco, sembrava impossibile da conquistare.

Altra partenza sprint degli avversari, altro gol a freddo, questa volta su calcio di rigore al 5′ quando SuperConti esce a valanga su Galli e lo stende. Rigore incontestabile che lo stesso attaccante marchigiano non sbaglia. Al 18′ il raddoppio ad opera di Gigli che anticipa secco Minadeo su traversone basso da destra di Scartozzi. Il Campobasso, però, rispetto alla scialba prestazione nell’anticipo col Chieti, questa volta regala solo i primi 45′ di gioco. Nella ripresa, infatti, la musica cambia dopo la mossa di mister Farina (nel frattempo espulso dopo la fine della prima frazione per proteste) di sostituire uno spento Lazzarini con Di Gennaro (?!). Il Campobasso arremba e al 54′ accorcia le distanze con una botta da fuori area di Fazio che beffa l’incolpevole Verdicchio. Solo 4′ e proprio Di Gennaro riceve da Miani un invitante pallone che con un diagonale preciso fulmina il numero 1 locale: 2-2. I rossoblu spingono per portare a casa l’intera posta in palio considerando anche l’espulsione di Gigli al 74′ che lascia i suoi in dieci nel momento peggiore della gara. Purtroppo però prima Miani (70′) di testa e poi ancora uno scatenato Di Gennaro (82′) su conclusione dal limite non sono fortunati e la gara termina in parità.

Metamorfosi dei lupi, almeno per un tempo, al Tubaldi di Recanati rispetto alla gara casalinga con il Chieti. Nelle Marche è vero che ancora una volta si è pagato dazio nei primi minuti di gioco per errori evitabili e si è regalato un tempo agli avversari, ma è altrettanto vero che nei secondi 45′ c’è stata una veemente reazione degli uomini di Farina che hanno gettato in campo anima e corpo per non tornare a casa con le pive nel sacco in una gara che comunque ha evidenziato la differenza tra le due squadre a livello tecnico tattico. Nota felice, la presenza sugli spalti di Matteo Monti che, finalmente ristabilitosi, ha voluto seguire i compagni in uno stadio che lo ha visto sfortunato protagonista solo dieci giorni fa.

Dimenticare Recanati in fretta, domenica si va a Matelica.

[box type=”shadow” ]Classifica: Maceratese 19; Matelica 15; Sambenedettese 14; Chieti e Campobasso 13; Civitanovese 12; San Nicolò 11; Fano e Recanatese 10; Giulianova 9; Castelfidardo e Amiternina 8; Fermana e Jesina 7; O.Agnonese 5; Celano 4; Vis Pesaro 3; Termoli 2.[/box]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: