Tutto facile per i Lupi: 3-0 al fanalino di coda Chieti. Domenica prossima trasferta sul difficile campo del Matelica (GALLERY)

CAMPOBASSO-CHIETI 3-0

Reti: 55′ Improta (r), 74′ D’Angelo, 87′ Germano.

Campobasso: Palumbo, Corbo, Kimpala, Tini, D’Angelo, Esposito (90′ Torvic), Improta, Voltasio, Fioretti, Grazioso (53′ Germano), Gulin (89′ D’Aversa). All. L. D’Agostino (R. Novelli squalificato).

Chieti: Ronchi, Ajdini, Tuccia, Copponi, Capuani, Fusaroli, Faella (78′ Sorrentino), Biondo (69′ Ceccarelli), Alessandroni, Genovese, Russo. All. A. Mariani.

Arbitro: Sig. Panettella di Bari. Assistenti: Cordella e Battista di Pesaro.

Note: ammoniti D’Angelo (CB), Ajdini (CH), Esposito (CB), Capuani (CH), Tuccia (CH). Recupero 2’pt, 3’st. Spettatori 500 circa, giornata di sole, campo in ottime condizioni.

Improta, D’Angelo e Germano firmano la vittoria di oggi contro il modesto Chieti, desolatamente ancora fanalino di coda con un solo punticino all’attivo. C’è voluto, tuttavia, qualcosina in più di un tempo per avere ragione dei giovani neroverdi abruzzesi e, soprattutto, un penalty ben trasformato da capitan Improta, anche oggi tra i migliori in campo nonostante qualcuno dagli spalti continui a non notare l’impegno e l’abnegazione di questo calciatore che, dall’alto della sua esperienza, oltre a fare da chioccia al resto della squadra comincia ad avere anche una buona vena realizzativa. Nel Campobasso mancano Meduri, De Matteis e mister Novelli squalificati, in panchina D’Agostino. Pronti-via ed è proprio Improta a cogliere il primo dei tre legni di giornata con un bel tiro alla sinistra dell’estremo ospite. La gara è a senso unico: al 27′ ci prova anche Grazioso ma la sua conclusione da fuori colpisce la traversa ed è ribattuta in rete da Fioretti, finito però in fuorigioco.

Le azioni si susseguono ma ancora senza finalizzazioni fin quando al 55′ Capuani trascina a terra Improta in area e l’arbitro assegna il rigore che lo stesso Improta trasforma. Il Chieti, in debito d’ossigeno, non può far altro che chiudersi dietro cercando di limitare i danni e affidarsi al contropiede ma al 74′ è D’Angelo a chiudere praticamente il match spedendo di testa alle spalle di Ronchi una punizione battuta a lato. Il terzo ed ultimo gol arriva all’87’ con Germano, subentrato ad un Grazioso non ancora recuperato dall’infortunio al cento per cento: assist di Fioretti e tiro che finisce in porta per il 3-0 finale.

Non era certamente questa una gara di quelle ostiche ma considerando le assenze e il morale non proprio dei migliori dopo la sconfitta di Fermo nulla doveva essere lasciato al caso. Tre reti per tre punti che muovono la classifica che, tutto sommato, resta altalenante per ciò che concerne le ambizioni di vittoria finale. Da segnalare la scoppola dell’ex capolista Matelica in quel di Agnone (3-0) che nonostante abbia ancora una gara da recuperare (Fermana) la dice tutta sul valore delle battistrada. E proprio al Matelica di Vittorio Esposito dovrà far visita il Campobasso domenica prossima dopo che mercoledì i biancorossi marchigiani recupereranno l’incontro con la Fermana. Non sarà una gara facile ma a Vasto l’impresa riuscì benissimo… m.s.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: