Dopo due turni ad Alicante riparte dall’Open di Firenze la scalata in classifica per Federico Iannaccone

Iannaccone/Ramazzotti

Dopo i due passaggi a vuoto del mese di febbraio in Russia e Croazia, Federico Iannaccone ha ripreso a vincere al Trofeo Juan Carlos Ferrero (G1) di Alicante (Spagna). In terra iberica il tennista campobassano ha superato agevolmente i primi due turni, superando la wilde card di casa Nikolas Sanchez Izquierdo al primo turno in tre set (6/4 – 3/6 – 6/3) e, nel secondo, il bulgaro testa di serie n. 14 Leonid Sheyngezikht col punteggio di 6/1 – 6/4.

Sfortuna ha voluto, però, che nella parta alta del tabellone Federico trovasse negli ottavi di finale la testa di serie n. 1, lo spagnolo Alejandro Davidovich Fokina, 17enne di Malaga, che fa del poderoso fisico la sua arma vincente. Tant’è che il nostro portacolori s’è dovuto arrendere soltanto alle potenti battute dello spagnolo, mentre ha tenuto botta soprattutto negli scambi. Inutile sottolineare che lo spagnolo ha fatto suo il torneo asfaltando in finale il britannico Barnaby Smith, testa di serie n. 13, col punteggio di 6/2 – 6/0.

Tornato in Italia, Federico Iannaccone è impegnato ora all’Open di Firenze, 42^ edizione. Uno degli eventi di punta del tennis internazionale giovanile che ha preso il via ieri e durerà fino a lunedì in Albis sulla terra rossa del capoluogo toscano dove gli atleti partecipanti spesso e volentieri sono successivamente entrati nel ranking mondiale: basti pensare alla finale disputatasi nel 1998 tra Roger Federer e Filippo Volandri. Federico ha esordito ieri con il compagno Samuele Ramazzotti nel torneo di doppio sconfiggendo il duo Peter August Anker (NOR)/Roko Savin (CRO) con un secco 6/0 – 6/1. Negli ottavi di finale di oggi, invece, è toccato al duo britannico Hudd/Matusevich soccombere al tie-break (che nel doppio sostituisce il terzo set) col punteggio di 5/7 – 6/3 – 11/9 in una gara davvero entusiasmante per la coppia italiana che ha sciorinato un ottimo tennis.

Un supplemento di lavoro, invece, aspetta Federico nella giornata di domani: derby tutto tricolore nei quarti di finale del doppio dove se la vedrà con i connazionali Forti/Frinzi ed esordio nel singolo come testa di serie n. 10 dopo un bye al primo turno, contro il ligure Nicolò Inserra proveniente dalle quali.

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: