Continua la sciame sismico: scossa 3.2 nella notte. Non si ferma il lavoro di verifica dei Vigili del Fuoco

Continua lo sciame sismico nei territori colpiti dalle due scosse principali, quelle del 14 e del 16 agosto scorsi. Anche stanotte, con precisione alle 00.17, l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia ha registrato un nuovo evento con epicentro Montecilfone, magnitudo 3.2 e profondità 11.1 chilometri. Certamente non violenta, ma percepibile quanto basta per far sì che quella sensazione terribile di star vivendo qualcosa di ‘pericoloso’ venga costantemente alimentata in coloro che sono già provati da una settimana di ansia o che, per il momento, non possono rientrare nella propria abitazione.

Dall’inizio degli eventi sismici a ieri pomeriggio, 20 agosto fino alle ore 19 intanto, il personale delle due unità mobili di Campobasso ed Isernia, coadiuvato da funzionari tecnici e personale operativo giunti da altri comandi limitrofi, hanno effettuato interventi per un totale di 471 in 24 paesi.

A Guglionesi sono stati effettuati 267 interventi di cui 234 verifiche, 7 per rimozione parti pericolanti e 26 di recupero beni ed altri ed è stato il paese che più ha impegnato le squadre dei funzionari tecnici e personale operativo dei Vigili del Fuoco.

Seguono:

  • Larino con un totale di 118 interventi di cui 116 verifiche e 1 rimozione parti pericolanti e 1 per recupero beni ed altro.
  • Montecilfone con un totale di 13 interventi di cui 4 verifiche e 8 rimozioni parti pericolanti e 1 per recupero beni ed altro.
  • Palataconuntotaledi7interventidicui6verifichee1rimozionepertipericolanti
  • Termoli con un totale di 28 interventi di cui 25 verifiche, 1 rimozione parti pericolanti e 2 per recupero beni ed altro. Sono in lista per essere effettuati oltre 490 verifiche.

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: