Codice di Comportamento anticostituzionale, la Fp Cgil difende Pastore dal procedimento disciplinare Asrem

Il procedimento disciplinare posto in essere dall’Asrem nei confronti del proprio iscritto dott. Lucio Pastore è una manifestazione diretta e concreta dell’impianto anticostituzionale del Codice di Comportamento adottato dall’Azienda che di fatto mette un bavaglio ai propri dipendenti limitando il loro diritto di espressione e di associazionismo in nome del rispetto e della tutela dell’immagine dell’Azienda.

Tant’è che la FPCGIL Molise già dallo scorso 9 dicembre ha chiesto ai Dirigenti Aziendali il ritiro del provvedimento e un incontro per favorire la partecipazione dei sindacati alla stesura del documento; cosa che avrà luogo in questi giorni. Di certo, però, l’incontro tra le OO.SS. locali e i Dirigenti Aziendali non potrà portare ad una completa abolizione del Codice di Comportamento considerato che quest’ultimo è stato scritto sulla base del Regolamento Nazionale. La scrivente sigla sindacale avrà comunque cura di porre in essere tutte le azioni che si renderanno necessarie, sia a livello locale che nazionale, per garantire il giusto bilanciamento tra la libertà di espressione e associazionismo dei lavoratori e la tutela dell’immagine dell’Azienda.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: