CAMPOBASSO ABBRACCIA PAPA FRANCESCO

romagnoli papa (59)Ci siamo. Dalle 14 di oggi pomeriggio è stato chiuso il tragitto che percorrerà Papa Francesco nella sua storica visita di domani. Tutta la zona circostante lo stadio ex Romagnoli, la zona adiacente l’Università degli Studi del Molise con al suo fianco l’eliporto che accoglierà l’elicottero vaticanense, l’area intorno all’ex asilo di via Monte San Gabriele riconvertito a mensa dei poveri dove si recherà a pranzo, è off limits.romagnoli papa (44)

Domani, invece, dalle ore 6 del mattino sarà assolutamente impossibile entrare nel capoluogo con il proprio mezzo di trasporto. Nulla da fare: solo attraverso pullman e navette messe a disposizione dall’imponente organizzazione della Diocesi di Campobasso-Bojano, dal Comune e della Santa Sede, si potrà accedere alla città. Il progetto della viabilità messo a punto dalla Polizia Municipale, infatti, prevede tre terminal autobus. Il primo sarà quello della tangenziale che trasporterà coloro che arriveranno da Roma, Napoli e Foggia con sosta presso il terminal bus cittadino. Il secondo a Parco dei Pini, in pieno centro città, per coloro che proverranno dalla costa e dal basso Molise, prelevati sul viadotto Ingotte. L’ultimo riguarda la zona di Selvapiana, per coloro che percorreranno la nuovissima fondovalle del Rivolo e verranno accompagnati nei pressi della Protezione Civile in via Sant’Antonio Abate.

romagnoli papa (35)Dunque manca davvero pochissimo a questo evento che rimarrà nella storia della città e nei cuori dei suoi cittadini, grandi e piccini. Una macchina organizzativa oliata e ben funzionante ha allestito una coreografia davvero splendida in un’area, quella dell’ex Romagnoli, da sempre bistrattata e ritenuta spazio inutile dove cementificare e costruire parcheggi, palazzi e quant’altro. Per fortuna tutto questo non è ancora avvenuto e speriamo non avvenga mai dal momento che, a riflettori spenti, resterà in dono alla città tutto ciò che è stato creato per l’evento, utile a riqualificare in modo concreto la zona immediatamente a ridosso del centro città. Si è parlato tanto della location più adatta ad accogliere una messe di pellegrini tanto grande: il ‘nuovo’ stadio Romagnoli di Selvapiana? inagibile per le partite di calcio di quarta serie, figuriamoci… La zona industriale? Come su Marte, fredda e senza cuore per un evento di tale portata. Non resta che IL ROMAGNOLI, sì proprio lui che ci mette una pezza in un’occasione così importante per la città. Il posto che, dopo il culmine della sacralità di domani, ha visto e ospitato il culmine della profanità cui tanto i campobassani ancora tengono: il calcio che conta.

romagnoli papa (36)Un grosso GRAZIE in particolare va ai circa 200 scout del gruppo Agesci provenienti da tutta la regione che hanno lavorato sodo per tre giorni a sistemare le circa quindicimila sedie per i pellegrini che assisteranno alla messa delle 10.30. Li abbiamo visti all’opera sotto il sole, con le facce stanche ma orgogliose di espletare un compito che resterà per sempre scolpito nei loro cuori come il massimo che si possa fare per il dogma assoluto dello scoutismo: aiutare il prossimo. E non è finita qui: domani aiuteranno i tantissimi fedeli a prendere posto nel dedalo di file e corsie di posti a sedere. Ovviamente non saranno i soli: una miriade di associazioni ha partecipato, ognuna con il suo compito ben preciso, all’allestimento della scena. Dall’Associazione Alpini Molise alla Croce Rossa alla Protezione Civile all’Associazione Carabinieri, senza contare, ovviamente, le forze dell’ordine.

Ci siamo, manca meno di un giorno: incrociamo le dita per scaramanzia e prepariamoci ad entrare nella Storia.

Maurizio Silla

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: