Calcio, l’Associazione Noi siamo il Campobasso prende le distanze dalla società. Intanto l’ex patron Berardo pensa al Macchia

Lo “strappo” si è consumato mercoledì sera quando, nel corso dell’assemblea dei soci dell’Associazione Noi Siamo il Campobasso presieduta da Daniele Landolfi, lo stesso presidente ha lasciato sottintendere che, in un certo senso, non si vorrebbe più continuare a seguire e collaborare con le persone che compongono l’attuale società rossoblu. Il tutto proprio nelle immediate vicinanze del 12 luglio, data ultima per l’eventuale iscrizione della S.S.D. Città di Campobasso di patron Giulio Perrucci al prossimo campionato di serie D.

“C’è incertezza, staremo alla finestra a guardare ma credo che se resta questa la dirigenza sarà difficile continuare il rapporto di collaborazione” ha tuonato come un fulmine a ciel sereno Landolfi ai presenti. “Manca chiarezza e veniamo trattati come se non esistessimo. In fondo siamo stati noi i promotori della rinascita del calcio in città – ha detto il Presidente – Abbiamo fatto del nostro meglio intavolando un confronto con le istituzioni, al quale hanno partecipato tutti, cercando di coinvolgere nuovi imprenditori ma non è servito a nulla perché al momento non conosciamo i conti della società. Anche qualche acquirente da fuori regione ha dovuto rinunciare per questo motivo”.

Nel frattempo qualcosa si muove su un’altra sponda: quella dell’ex patron dell’ultimo Campobasso-meraviglia, Adelmo Berardo, che nella serata di ieri si sarebbe incontrato con un altro patron, Mario Mariani, fresco vincitore dell’Eccellenza molisana con il Macchia d’Isernia e il cui titolo interesserebbe a Berardo per un’eventuale iscrizione all’ultimo momento di una squadra da far giocare a Selvapiana in caso di debacle di Perrucci & Co. Prospettiva, quest’ultima, che non vogliono neanche ipotizzare gli attuali dirigenti, pronti ad iscrivere una squadra di giovani al prossimo torneo di D. Insomma, un inizio estate tribolato per i colori rossoblu, ma che tuttavia potrebbe riservare colpi di scena nel giro di qualche giorno, scongiurando (forse) una ripartenza dal basso che nessuno auspica ma fattibile con colori sociali… diversi.

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: