BASKET – La Molisana Magnolia-Dinamo Sassari per il V Trofeo “Campobasso per lo Sport”

BANCO DI SARDEGNA DINAMO SASSARI-ARAN CUCINE PANTHERS ROSETO 106-48

(27-10, 55-31; 78-41)

Sassari: Carangelo 27 (5/11, 5/10), Thomas 21 (3/5, 5/10), Makurat 20 (3/10, 4/10), Toffolo 14 (3/5, 2/2), Gustavsson 17 (7/8); Ciavarella (0/1 da 3), Mazza 7 (2/2, 1/1), Cerri. Ne: Arioli. All.: Restivo.

Roseto: Kelly 3 (1/7), Micovic 9 (2/5, 1/4), Mitreva 5 (1/2, 1/2), Manfrè 8 (4/8), Dell’Olio 5 (2/2); Ceccanti 2 (1/3, 0/1), De Marchi 9 (2/4), Azzola 2 (1/1), Dell’Orto 2 (1/1, 0/2), Schena (0/1), De Santis. All.: Romano.

Arbitri: Valletta (Pescara), Marianetti (Chieti) e Settepanella (Teramo).

Note: infortuni al 14’33” (problema alla spalla sinistra) per Ciavarella (Sassari) e al 21’17” (distorsione alla caviglia sinistra) a Lombardo (Roseto), non più rientrate. Tiri liberi: Sassari 9/10; Roseto 9/12. Rimbalzi: Sassari 52 (Toffolo e Carangelo 10); Roseto 19 (Micovic e Kelly 3). Assist: Sassari 28 (Makurat 13); Roseto 8 (Kelly 4). Progressione punteggio: 8-10 (5’), 44-20 (15’), 66-35 (25’), 92-44 (35’). Massimo vantaggio: Sassari 58 (104-46); Roseto 5 (0-5).

L’ex Giulia Ciavarella uscita per infortunio

La Dinamo Sassari è la prima finalista del quadrangolare ‘Campobasso per lo sport’. Nella sfida con Roseto, equilibrata sono nei primi cinque minuti, le isolane con tutto il primo quintetto in doppia cifra scavano il divario che consente loro di chiudere doppiando ampiamente le proprie avversarie, che si proietteranno sulla finalina del primo pomeriggio.

Sul parquet dell’Arena c’è equilibrio solo nei primi cinque minuti della contesa con Roseto che va avanti anche 5-0 ed è avanti poi di due (10-8). Poi Sassari, con un parziale di 17-2, chiude definitivamente qualsiasi discorso sulla suspence della contesa prendendo sempre più margine, momento dopo momento, con gli unici sussulti legati all’infortunio alla spalle di Ciavarella nel secondo periodo e – durante il terzo quarto – lo scavigliamento di Lombardo, entrambe tenute in panca per precauzione quali spettatrici per il resto della contesa. Nel terzo periodo le due squadre controllano i ritmi della contesa con Sassari che doppia anche le proprie avversarie (71-36) aprendosi ad un ultimo periodo di pura accademia.

In sala stampa il coach delle sarde Antonello Restivo si dice «felice per quanto la squadra ha saputo fare con l’attesa di sapere quelli che saranno i riscontri per i problemi alla spalla di Ciavarella. Ringraziamo Campobasso – ha aggiunto – anche perché, per questioni logistiche, per noi trovare test di un certo tipo non è mai semplice e questa è un’occasione importante».

Sull’altro fronte, il tecnico rosetano Massimo Romano è chiaro nei suoi pensieri: «Per noi – spiega – questa è stata un’occasione per mettere ulteriore dati nel nostro percorso di avvicinamento al campionato. Ora ci proiettiamo sul match di finalina per verificare altri aspetti».

LA MOLISANA MAGNOLIA CAMPOBASSO-HALLEY THUNDER FABRIANO MATELICA 81-50

(19-19, 44-28; 62-43)

Magnolia: Trimboli 11 (2/2, 2/2), Kacerik 7 (1/2, 2/2), Parks 18 (6/9, 2/6), Nicolodi 11 (3/8, 0/2), Milapie 8 (3/5); Togliani 2 (0/2 da 3), Narvičiūtė 11 (3/6), Battisodo (0/2, 0/2), Vitali 1, Giacchetti (0/2), Del Sole 4 (2/2), Trozzola 7 (2/2, 1/2). All.: Sabatelli.

Matelica: Gonzalez 10 (2/4, 1/3), Cabrini 5 (0/3, 1/3), Michelini 9 (1/4, 0/4), Grassia 2 (1/4), Sleggink 11 (1/3, 3/4); Celani 6 (2/3, 0/1), Iob 4 (2/2), Franciolini, Stronati (0/1, 0/3), Oflor 3 (1/4), Ridolfi. Ne: Gramaccioni e Zamparini. All.: Cutugno.

Arbitri: D’Amato (Roma), Lupelli (Latina) e Picchi (Frosinone).

Note: uscita per cinque falli Franciolini (Fabriano Matelica). Tiri liberi: Campobasso 16/22; Fabriano Matelica 15/20. Rimbalzi: Campobasso 35 (Nicolodi 11); Fabriano Matelica 29 (Michelini 6). Assist: Campobasso 14 (Nicolodi 4); Fabriano Matelica 6 (Gonzalez 3). Progressione punteggio: 8-8 (5’), 26-26 (15’), 51-38 (25’), 73-50 (35’). Massimo vantaggio: Campobasso 31 (81-50); Matelica 5 (8-13).

Matelica

La Magnolia Campobasso batte Matelica e diventa l’altra finalista del torneo targato Ennebici ‘Campobasso per lo sport’, dove troverà l’altro team di A1 della Dinamo Sassari. Pur dovendo fare i conti con l’emozione dell’esordio davanti ai propri tifosi all’Arena, dopo un po’ di emozione nei primi due quarti, le rossoblù vengono fuori con forza dopo l’intervallo lungo con la difesa di Giacchetti ed il sostanzioso contributo delle altre giovani rossoblù, ciascuna capace di portare un sostanzioso mattoncino alla costruzione complessiva. Matelica finisce per andare così in debito d’ossigeno e, alla distanza,, cede di trentuno proiettandosi sulla finalina contro Roseto.

In una contesa dai tentativi di strappo da un lato all’altro, i #fioridacciaio e le marchigiane si rincorrono nei primi quindici minuti, poi nella fase discendente del secondo periodo le rossoblù con una difesa asfissiante iniziano a dare il primo strappo e pongono ancora più margine nel terzo periodo che di fatto suona di sentenza su di un ultimo quarto in cui le big del primo quintetto dalla panchina spingono, incitandole le proprie compagne, con tutte e dodici le rotazioni che ‘sporcano’ il referto e producono fatturato per la causa, motivo di applausi continui per l’ultima arrivata Perry che ha seguito la prova delle compagne dalle tribuna con larghi sorrisi. Alla fine in quattro vanno in doppia cifra con Parks top scorer a quota 18 e doppia doppia all’insegna dell’undici (come punti e rimbalzi) per Nicolodi.

In sala stampa il trainer delle rossoblù Mimmo Sabatelli è felice della prova delle sue: «Dobbiamo vincere le partite in difesa perché quando difendiamo siamo poi fluidi in attacco. Nella circostanza siamo partiti un po’ contratti perché era la prima davanti al pubblico dell’Arena, però poi ci siamo lasciati andare, difendendo tantissimo ed abbiamo portato a casa il risultato».

V torneo ‘Campobasso per lo sport’: (semifinali, 24 settembre) Dinamo Sassari-Panthers Roseto 106-48, La Molisana Magnolia Campobasso-Thunder Matelica 81-50; (finali, 25 settembre) Panthers Roseto-Thunder Matelica (ore 15.30); La Molisana Magnolia Campobasso-Dinamo Sassari (ore 18).

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: