Arriva la Paganese, tradizione dalla parte dei Lupi…

Ad un orario insolito (almeno in casa) contro un’avversaria che ben è conosciuta dalle nostre parti. Alle 17.30, Campobasso e Paganese si ritrovano di nuovo dopo 10 anni e rinnovano una sfida che affonda le proprie radici (sia pure con ragioni sociali diverse) sin dalla stagione 33/34, quando i lupi surclassarono i rivali del “Pagani” con un rotondo 5-0, con una tripletta di Prospero Musacchio. Altri tempi, altro campo di gioco: il vecchio “Romagnoli”, era pure disposto in maniera differente rispetto a quella “moderna”. Tante le sfide tra rossoblù ed azzurrostellati: l’unica che ci ha detto male è stata proprio l’ultima, datata 16 novembre 2011, finita 0-1, con la squadra di Grassadonia (che è tornato a Pagani proprio quest’anno) che gioì grazie ad un gol di Tricarico.

Il 3-0 del 78/79 in C1, sulla terra battuta del vecchio impianto di via Albino, esaltò insospettate doti di goleador di Silvano Pivotto (doppietta) e di Maestripieri. Altri tre i successi del “lupo”, tutti e tre col minimo scarto di 1-0. Franco Marchetti nel 69/70 (serie D), Guido Biondi nel 1981 (serie C1) e Amant Shllaku nel vecchio CND (1993/94) i tre iscritti nel tabellino dei marcatori. Due gli zero a zero: nel 73/74 in D e nel 76/77 in C, nel campionato più importante disputato dai campani nella loro storia (secondi dietro al Bari, a lungo in lotta per una clamorosa promozione in serie B). Completano il quadro altri due pareggi per 1-1, nel 77/78 e nell’80/81. Quest’ultimo costò carissimo al Campobasso di Giorgi, che finì terzo non senza polemiche dietro Cavese e Sambenedettese. Ed all’appello mancò maledettamente soprattutto quel punto, che finì in Campania grazie ad una rete dell’ex Alivernini, il quale beccato per tutta la gara dal pubblico, non trovò di meglio, una volta firmata la “vendetta”, di insolentire la platea di casa con un gesto poco elegante. Sono passati 40 anni, ma gli “anziani” lo ricordano ancora.

I doppi ex, per finire: oltre a Giampiero Alivernini, in ordine sparso, mescolando a piacimento “big” e comprimari, citiamo Angelo Trevisan, Antonio Tripepi, Augusto Maresca (unico a far gol con le due maglie nel match), Marcello Cannetiello, Vincenzo Fusco, Ibekwe, Enrico Pepe, Enrico Lanzi, Acoglanis, Rosario De Matteis, Carmine Picone, Gennaro Capone, il portiere Fummo, nonché i tecnici Cosco, Rambone, Villa, Belotti, Montefusco e Grappone.

S.C.

(foto Campobasso-Paganese, stagione 1981/1982, tratta dal libro “Molinari… e fu subito B” di Nicola De Sanctis e Geremia Sozio)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: