Arrestato “Terror bomber”, 34enne autore di episodi intimidatori

Un denunciato all’Autorità giudiziaria in stato di libertà per il reato di danneggiamento seguito da incendio aggravato per l’episodio avvenuto a Termoli lo scorso 2 giugno. Un arresto per detenzione di materie esplodenti e detenzione illegale di armi, il 34enne termolese conosciuto come “Terror bomber”. Il soggetto arrestato è stato condotto presso la Casa Circondariale di Lanciano (CH) su disposizione del Procuratore della Repubblica di Larino. L’arresto è stato convalidato dal GIP del Tribunale frentano, che ha applicato la misura cautelare della custodia in carcere.

A seguito di perquisizione domiciliare nei confronti del soggetto arrestato sono stati rinvenuti: 1 manufatto esplosivo artigianale del peso di circa 200 grammi (risultato compatibile con quello fatto esplodere in data 05.06.2021 presso l’abitazione di un soggetto posto agli arresti domiciliari), 41 candelotti di tipo “Thunder” (la cui detenzione è consentita solo a chi è munito di apposita licenza), 13 petardi, il tutto per un peso complessivo di circa 2.300 grammi di esplosivo. Sono state, inoltre, rinvenute 2 mazze ferrate, 2 coltelli (rispettivamente di 23 cm e di 20 cm), 1 “Nunchaku” collegato ad una catena di ferro.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: