“48 u Muort che parla”, consegnato l’incasso della commedia messa in scena dai Talenti ed Artisti Molisani

Pomeriggio da ricordare e pieno di emozioni per la compagnia Teatrale dell’Associazione Talenti e Artisti Molisani che ieri sera non ha voluto mancare alla cerimonia di consegna avvenuta presso la sede dell’Associazione Shomer in Via Muricchio a Campobasso, della commedia teatrale “48 u Muort che parla” andata in scena al Teatro Savoia di Campobasso, lo scorso 15 dicembre 2019.

A pochi giorni dall’evento, una grande emozione per tutti i presenti che hanno portato a temine una vera e propria “missione” iniziata lo scorso mese di Settembre quando proprio l’Associazione Shomer ha contattato l’Associazione Talenti e Artisti Molisani chiedendo di aiutare, tramite un evento, tutti i ragazzi che quotidianamente frequentano i laboratori post scolastici con grandi difficoltà; parole cariche di significato sono state espresse da don Giuseppe Romano in rappresentanza della Caritas e da Giovanna Terzano coordinatrice delle attività; ha voluto, inoltre, portare i saluti di tutti i componenti dell’Associazione Talenti e Artisti Molisani anche il Presidente Michele Falcione che ha esternato tutta la soddisfazione per essere riuscito nell’intento di aiutare i ragazzi con disagio sociale ed invitando ad investire una parte della somma con l’acquisto attrezzature informatiche di ultima e l’altra parte con l’iscrizione dei ragazzi presso le società sportive per inserire i ragazzi nel mondo dello sport. Un sentito ringraziamento lo ha poi rivolto a tutti glia ttori amatoriali incomiabili per l’impegno profuso e per la bravura con cui hanno saputo veicolare la commedia in dialetto campobassano scritta, diretta ed interpetata da paola Mariano, anch’essa presente alla cerimonia e visibilmente commossa.

A fine cerimonia il momento meno istituzionale, con lo scambio degli auguri tra i presenti e tra i componenti di due associazioni che hanno dimostrato come fare rete porta sempre risultati eccellenti, che lasciano nel corso del tempo tracce indelebili, non solo tangibili, ma nel cuore di chi ha voluto donare il proprio tempo a chi vive nel disagio più assoluto.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: