Il centrosinistra marcia spedito verso le elezioni, il Pd invita gli iscritti a candidarsi per formare le liste

Prosegue a grandi passi il lavoro di confronto e di costruzione di una proposta politica alternativa all’attuale governo regionale. Dopo l’incontro della coalizione progressista che nei giorni scorsi ha visto sedere allo stesso tavolo i rappresentanti del Movimento Cinque Stelle, il Partito Democratico ed i comitati civici, ci si avvia alle convocazioni sia della Segreteria che della Direzione regionale del Pd Molise.

Dal tavolo della coalizione progressista è emerso chiaramente che oggi più che mai c’è bisogno di impegno civico: impegnarsi attivamente e candidarsi alle prossime elezioni regionali diventa quindi un dovere civico. Il Partito Democratico in vista dell’imminente Congresso, per il quale due giorni fa sono state definite le modalità e tra queste anche quella del voto telematico, discuterà e si confronterà su diversi argomenti quali: lo stato di avanzamento dei lavori del tavolo del centro sinistra, la convocazione dei circoli cittadini in scadenza o commissariati e l’organizzazione del Partito in vista delle prossime scadenze congressuali ed elettorali.

Proprio in virtù delle prossime elezioni regionali e recependo quanto emerso dal tavolo della coalizione progressista, il Partito Democratico ha lanciato un appello ai suoi militanti, dirigenti e amministratori a dare la propria disponibilità a candidarsi e quindi a muovere i primi passi verso la costituzione di una lista forte, formata da persone che hanno competenze e desiderio di giocare la nuova partita elettorale con un ruolo da protagonisti.

Militanti, dirigenti e amministratori del Pd potranno offrire la propria disponibilità agli organismi di partito a qualsiasi livello: dai circoli, alle federazioni ed alla segreteria regionale.

«Un lungo viaggio inizia sempre da un passo così come i cambiamenti iniziano sempre da una decisione che porta all’azione – commenta il segretario regionale del Pd Vittorino Facciolla -. Questo è il momento di decidere e agire; se non ci piace questo Molise dobbiamo impegnarci in prima persona per provare a cambiarlo. E dobbiamo farlo ora».

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: